L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 4 gennaio 2022

Scoperta la MENZOGNA si affannano a censurare, ma la verità è una marea insostenibile

Malone: Non prendere parte alla menzogna

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
DOMENICA 2 GENNAIO 2022 - 13:50

Scritto da Dr. Robert W. Malone,

Quindi, è stata una settimana impegnativa. Mentre mi preparo a salire su un aereo per tornare in Virginia da Austin, in Texas, mi sto prendendo un momento per cercare di respirare e di scrivere alcuni pensieri.

Ieri ho dovuto fare un test anticorpale per entrare nello studio di Austin. La buona notizia è che la mia immunità naturale dal mio ultimo ciclo di COVID è robusta - con IgA e persino anticorpi IgM presenti.

Questo mi porta di nuovo a uno dei miei maggiori problemi con la risposta delle politiche pubbliche. L'immunità naturale eguaglia o supera l'immunità dai vaccini genetici,perché la risposta immunitaria naturale è ampia (contro tutte le 29 proteine del virus SAVS-CoV-2) e sembra reggere meglio contro OmicronQuesta immunità naturale sostenuta e robusta si applica anche ai bambiniLo sappiamo tutti. Perché il nostro governo e i principali media non lo ammettono?

Perché il sito Web cdc che elenca 146 milioni di persone che hanno già avuto COVID-19 negli Stati Uniti non è stato aggiornato dal 2 ottobre 2021? Un rapido, indietro del tovagliolo prevede che almeno altri 20-30 milioni abbiano avuto COVID da allora. Portando il numero di persone che hanno avuto COVID a circa 170 milioni. Ben oltre la metà delle persone negli Stati Uniti.

Quindi, ora arriva una versione più trasmissibile ma più debole del virus. Dovremmo festeggiare tutti! Oltre la metà di noi ha un'immunità naturale. Oltre la metà di noi è vaccinata. A meno che non siamo anziani o abbiamo altre comorbilità significative, staremo bene. Per molti, se non la maggior parte, sembrerà un altro raffreddore, se ce ne accorgiamo affatto. Anche la persona non vaccinata o ingenua al COVID-19 dovrebbe essere solo trovata, se non ha comorbilità significative.

Naturalmente, non è effettivamente consentito suggerire queste idee su molte piattaforme di social media. Non si può essere affatto critici nei confronti della risposta del governo alla pandemia o del fearporn - tali discorsi ti faranno bannare, censurare e marchiare con una lettera scarlatta "AV" (la temuta etichetta "Anti-Vaxxer"). Non sono un anti-vaxxer, ma indosserò questa etichetta con orgoglio - dire la verità al potere ha sempre delle conseguenze.

Quindi, sì, torniamo ai miei pensieri su Omicron - per favore continua a prendere quella vitamina D3 e fai testare i tuoi livelli, se non l'hai già fatto. Utilizzare una formulazione che combina il D3 con le vitamine A e K. Si prega di tenere il passo con lo zinco, la vitamina C e il magnesio. Lavora sul controllo del peso, sul controllo glicemico e per favore esercitati! Tutti sono importanti.

Ma anche festeggiare! Se hai avuto COVID- Omicron sarà una versione più mite. In effetti, potresti anche non sapere di essere stato infettato.


Focus sulla Ricerca

Caratteristiche ed esiti dei pazienti ospedalizzati in Sudafrica durante il COVID-19 Onda di omicron rispetto alle onde precedenti. JAMA. Pubblicato online il 30 dicembre 2021. DOI:10.1001/jama.2021.24868

Altre buone notizie dal Sudafrica! Un nuovo documento appena uscito con i dati dei pazienti ospedalizzati. Lo studio ha confrontato i pazienti ospedalizzati da Omicron ("onda 4") rispetto alle onde precedenti.

Ricorda, si tratta di pazienti ospedalizzati, quindi un gruppo di persone probabilmente più simile alle coorti ospedalizzate che si trovano negli Stati Uniti. Non la popolazione generale dei sudafricani.

Attrazioni:

  • Il numero di pazienti trattati negli ospedali durante lo stesso periodo iniziale di ciascuna ondata differiva (2351 nell'onda 4 contro massimo 6342 nell'onda 3).

    Ciò implica un minor numero di ricoveri, poiché sappiamo che Omicron è altamente trasmissibile.

  • Dal 68% al 69% dei pazienti che si sono presentati al pronto soccorso con un risultato COVID-19 positivo sono stati ricoverati in ospedale nelle prime 3 ondate contro il 41,3% nell'ondata 4.

    Dimostrando che Omicron sta causando un minor numero di ricoveri.

  • I pazienti ricoverati durante l'ondata 4 erano più giovani (età mediana, 36 anni vs massimo 59 anni nell'ondata 3; P < .001) con una percentuale maggiore di femmine.

    Questo è interessante e dovrà essere esplorato in modo più approfondito. Ciò è dovuto all'immunità naturale degli anziani o al fatto che Omicron è una malattia più lieve per gli anziani rispetto alle varianti precedenti? Un'altra ipotesi è che Omicron non stia infettando il tessuto polmonare profondo, quindi gli anziani stanno avendo una malattia più lieve rispetto ad altre onde. Pochi anziani potrebbero significare meno ricoveri complessivi, ma con una giovane età media.

  • Significativamente meno pazienti con comorbilità sono stati ammessi nell'onda 4 e la proporzione che presentava una condizione respiratoria acuta era inferiore (31,6% nell'onda 4 vs massimo 91,2% nell'onda 3, P < 0,001).

    Ancora una volta, questa è una buona notizia in tutto il mondo!

  • Dei 971 pazienti ricoverati nell'ondata 4, il 24,2% era vaccinato, il 66,4% non era vaccinato e lo stato di vaccinazione era sconosciuto per il 9,4%.

    Come questo si riferisce alla popolazione di vaccinati e non vaccinati è un po 'difficile, perché il programma di vaccinazione SA ha aumentato significativamente la proporzione vaccinati questo autunno.

  • La percentuale di pazienti che necessitano di ossigenoterapia è diminuita significativamente (17,6% nell'onda 4 vs 74% nell'onda 3, P < 0,001), così come la percentuale che ha ricevuto ventilazione meccanica.

    Ancora una volta, ottime notizie!

  • L'ammissione in terapia intensiva è stata del 18,5% nell'ondata 4 contro il 29,9% nell'onda 3(P <,001).

    Malattia più lieve, anche nei casi più gravi!

  • La durata mediana della permanenza (tra 7 e 8 giorni nelle ondate precedenti) è scesa a 3 giorni nell'onda 4.

    Un altro super indicatore di malattia lieve!

  • Il tasso di mortalità era compreso tra il 19,7% nell'onda 1 e il 29,1% nell'onda 3 ed è sceso al 2,7% nell'onda 4.

    Anche questo, dovrebbe renderci tutti molto felici!

Ancora una volta - ricorda che questi dati sono SOLO PER I PAZIENTI OSPEDALIZZATI!

Quindi, non lasciare che il della paura ti arrivi - Omicron sta arrivando in una città, villaggio, città, ristorante o negozio di alimentari vicino a te. Ma per la stragrande maggioranza di noi, staremo bene. Abbiamo strumenti per combattere questa variante più lieve e ci sono trattamenti salvavita. Basta lavorare per rimanere o diventare il più sani possibile, mangiare le vitamine, mangiare cibo vero e andare a fare un po 'di esercizio!

Concludo con una citazione di F. A. Hayek, (1974 Premio Nobel per l'Economia)

"Le 'emergenze' sono sempre state il pretesto su cui sono state erose le garanzie della libertà individuale – e una volta sospese non è difficile per chiunque abbia assunto tali poteri di emergenza fare in modo che l'emergenza persista".

Per favore condividi questo Substack su Twitter, se hai il coraggio di correre questo rischio!

@rwmalonemd Substack

Altrimenti, non esitare a condividerlo su qualsiasi altra piattaforma - lo desideri o inoltrarlo ai tuoi amici!

Dalla verità al potere.

https://www.zerohedge.com/covid-19/malone-do-not-take-part-lie?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=384

Nessun commento:

Posta un commento