L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 28 febbraio 2022

"I russi non hanno fretta", ha scritto un analista dell'intelligence militare europea in un messaggio di testo. "Coinvolgeranno e spingeranno gli ucraini in diverse tasche. Poi chiederanno loro di parlare o di ucciderli. È una tattica antica"

La strategia della Russia per distruggere l'esercito ucraino va a pianificare
Fonti di intelligence europee dicono all'Asia Times mosca che dispiega con successo una tattica di accerchiamento "onorata nel tempo" per orlare le forze ucraine
Di DAVID P GOLDMAN 28 FEBBRAIO 2022

Le truppe russe hanno attraversato il confine con l'Ucraina nonostante le precedenti assicurazioni di Mosca che non aveva pianificato un'invasione. Foto: AFP / Anadolu Agency

NEW YORK – Le forze russe stanno spingendo l'esercito ucraino in sacche di avvolgimento, hanno detto all'Asia Times fonti militari europee ben informate.

"I russi non hanno fretta", ha scritto un analista dell'intelligence militare europea in un messaggio di testo. "Coinvolgeranno e spingeranno gli ucraini in diverse tasche. Poi chiederanno loro di parlare o di ucciderli. È una tattica antica".

Ci sono tre principali manovre di accerchiamento russo attualmente in corso, ha aggiunto la fonte dell'intelligence. Il primo è nel sud, con le truppe che si spostano a ovest di Mariupol, la più grande città della regione separatista del Donbass di cui la Russia ha riconosciuto l'indipendenza la scorsa settimana.

Le colonne russe si stanno muovendo a nord sul lato ovest dell'autostrada di 70 chilometri che collega Mariupol e Mykolaivka. Nel Donbass, le forze russe stanno aggirando gli ucraini pesantemente trincerati sulla cosiddetta Linea di Controllo, minacciando le fortificazioni ucraine dalle retrovie.

Kiev è già circondata, ha detto il suo sindaco all'Associated Press alla fine del 27 febbraio: "Il sindaco Vitali Klitschko è rimasto in silenzio per diversi secondi quando gli è stato chiesto se c'erano piani per evacuare i civili se le truppe russe fossero riuscite a prendere Kiev", ha riferito l'AP. "Non possiamo farlo, perché tutti i modi sono bloccati", ha infine detto. "In questo momento siamo circondati."

Google Maps mostra che le strade vicino alla capitale sul lato ovest del fiume Dnepr sono chiuse, presumibilmente da colonne russe che si spingono a sud dalla Bielorussia.


La Russia sembra cercare di ridurre al minimo le vittime – una potenziale responsabilità politica per Putin – ed evitare attacchi frontali a posizioni ucraine trincerate o guerre urbane nelle principali città ucraine.

Invece, l'esercito russo sta combattendo una guerra di posizione, con l'obiettivo di tagliare fuori le migliori unità ucraine dal rifornimento e forzare un accordo negoziato alle condizioni di Mosca.

L'esercito russo conosce bene il terreno e le tattiche. Durante la seconda guerra mondiale, l'Ucraina è stata lo scenario delle più grandi battaglie di accerchiamento della storia.

L'avvolgimento tedesco del fronte sud-occidentale della Russia nella prima battaglia di Kiev nel 1941 provocò oltre 700.000 vittime russe.

Nel 1943, il primo fronte ucraino sovietico tentò di avvolgere e annientare il Gruppo d'armate Sud tedesco. Anche se questo fallì – così come il tentativo dei tedeschi di contro-avvolgimento – le forze russe ripresero la città di Kiev e lasciarono le forze tedesche esauste.

Nessun commento:

Posta un commento