Ora ce l'abbiamo fatta: abbiamo fatto incazzare la CIA
Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
MERCOLEDÌ 16 FEBBRAIO 2022 - 12:11

Mentre il crollo della fiducia del pubblico nei media mainstream non è una novità, con Forbes che ha recentemente riferito che "Meno americani che mai si fidano dei media mainstream", è solo un fenomeno molto più recente che i membri delle più alte sfere dei media - come Matthew Rosenberg del NYT - hanno iniziato a porre a se stessi e ai loro (pochi lettori rimasti) la domanda molto più difficile del perché la fiducia pubblica dei media è così bassa.

Sfortunatamente, invece di dare seguito a qualche pulizia dall'alto verso il basso tanto necessaria e a una rivalutazione fondamentale di come il MSM persegue, analizza e riporta le notizie, i media sono semplicemente tornati alla loro tattica tradizionale di vomitare pezzi di successo infondati contro i punti vendita che preferirebbero vedere messi a tacere e / o censurati.

In particolare nelle ultime settimane, questo è stato osservato rispetto al podcast incredibilmente popolare di Joe Rogan che è emerso come uno dei maggiori concorrenti dei media tradizionali.

Questa mattina, è Zero Hedge che è stato nuovamente individuato per perseguire il pensiero di gruppo non istituzionale.

Facendo eco a una falsa accusa che abbiamo ripetutamente sentito prima, all'inizio di martedì l'Associated Press (di "come Associated Press ha collaborato con i nazisti") scrive che "i funzionari dell'intelligence statunitense martedì hanno accusato un sito web di notizie finanziarie conservatore con un significativo pubblico americano di amplificare la propaganda del Cremlino e presunti cinque media che prendono di mira gli ucraini hanno preso la direzione dalle spie russe. I funzionari hanno detto che Zero Hedge, che ha 1,2 milioni di follower su Twitter, ha pubblicato articoli creati dai media controllati da Mosca che sono stati poi condivisi da organi di stampa e persone ignare del loro legame con l'intelligence russa.

Bene, ora l'abbiamo fatto - abbiamo fatto arrabbiare la CIA, e per cosa? Per aver pubblicato opinioni che sfidano la narrativa convenzionale, come contestare che un'invasione dell'Ucraina sia in realtà "imminente" come il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti e i suoi canali mediatici mainstream ripetono giorno dopo giorno, o che il virus Covid sia stato effettivamente creato in un laboratorio cinese, una visione che ha guadagnato notevole importanza negli ultimi mesi dopo che è emerso che nientemeno che il britannico Jeremy Farrar (noto anche come il dottor Fauci del Regno Unito) ha giocato un ruolo fondamentale nel soffocare i suggerimenti che questo nuovo virus potrebbe provenire da un laboratorio piuttosto che emergere attraverso la trasmissione zoonotica naturale dagli animali.

Naturalmente, non vi è alcuna accusa effettiva che Zero Hedge lavori direttamente con chiunque sia legato alla Russia o al suo apparato di intelligence - come ammette l'AP "i funzionari non hanno detto se pensavano che Zero Hedge fosse a conoscenza di collegamenti con agenzie di spionaggio e non ha affermato collegamenti diretti tra il sito web e la Russia", il che è corretto perché - e lo ripeteremo ancora una volta per la cronaca e per tutti i futuri tentativi di successo simili a diffamarci - questo sito web non ha mai lavorato, collaborato o collaborato con la Russiané ci sono collegamenti con agenzie di spionaggio (o di altro tipo); invece tutte le note di AP, citando qualche anonimo "funzionario dell'intelligence", è che l'apparato di intelligence degli Stati Uniti è infelice che tra le nostre centinaia di contributori editoriali ospiti è un sito web chiamato Strategic Culture Foundation che i funzionari dell'intelligence statunitense "sostengono" prendano la direzione dal SVR, il servizio di intelligence straniero russo.

Bene, la Strategic Culture Foundation - che periodicamente pubblica post su questo sito web insieme a centinaia di altre fonti di informazioni alternative - sta prendendo la direzione dall'intelligence russa?

Forse. Non lo sappiamo. Quello che sappiamo è che Alastair Crooke, uno degli scrittori più prolifici sul sito web SCF è un ex figura di alto rango dell'MI6 e diplomatico britannico, cioè un ex fantasma britannicoForse ora è un doppio agente che lavora per Putin dopo aver trascorso decenni a spiare per il Regno Unito?

Non lo sappiamo, e non ci interessa: invece quello che ci è importato fin dal nostro primo giorno, è quello di fornire una piattaforma, una voce a chiunque abbia una prospettiva unica, diversa, da quella spinta dai media mainstreamGli stessi media mainstream che noi e tutti gli altri ora conosciamo per certo prendono la direzione sia dal servizio di intelligence degli Stati Uniti in particolare (vedi quiqui qui) che dal governo degli Stati Uniti in generale, o dallo "stato profondo" come alcuni lo chiamano.

Sappiamo anche che i funzionari dell'intelligence statunitense senza nome apparentemente non hanno trovato nulla di sbagliato che spesso pubblichiamo anche articoli del Gatestone Institute, un sito Web che persegue costantemente un angolo neo-con nella sua analisi e segnalazione.

La linea di fondo, come abbiamo detto all'AP, è che SCF è semplicemente "uno dei nostri centinaia di contributori – a differenza dei media mainstream, cerchiamo di pubblicare un ampio spettro di punti di vista che coprono entrambi i lati di una determinata storia". E non importa quanto non siamo d'accordo con un dato guest post, gli daremo la stessa fatturazione di tutti gli altri nostri articoli, a differenza del NYT che è imploso spontaneamente in uno scandalo della camera d'eco di sua creazione dopo aver pubblicato quel famigerato editoriale di Tom Cotton nel 2020.

E a proposito di contributori, forse l'AP avrebbe potuto completare la sua storia fornendo una prospettiva da entrambe le parti invece di seguire semplicemente la narrativa che è stata alimentata dalla CIA. Se lo avesse fatto, avrebbe incontrato punti di vista come questi:

Ciò che è notevole è che nel suo bizzarro tentativo di metterci a tacere, lo "stato profondo" ha tirato fuori la stessa banale e screditata teoria della cospirazione del Russiagate la cui popolarità è crollata e bruciata molto tempo fa, ma che paradossalmente fa ancora la sua comparsa di tanto in tanto nella speranza di placare i suoi pochi lettori rimasti "minimo comune denominatore", che ancora cadono per le vere bufale ... come le armi di distruzione di massa, o che Putin invaderà l'Ucraina domani, o che i democratici non hanno spiato TrumpIronia della sorte, è stato proprio ieri che Jill Stein si lamentava della perseveranza di questo ridicolo tropo. Forse Stein sta segretamente collaborando con il KGB?

Allora perché tirare fuori la stessa vecchia narrativa screditata del "Russiagate" ora? Bene, potrebbe non avere nulla a che fare con i nostri presunti legami con la Russia, e tutto a che fare con le nostre opinioni sull'attuale triste situazione economica degli Stati Uniti che pochi osano criticare a causa del famigerato pregiudizio liberale del MSM, qualcosa che anche l'AP nota, e questa volta accuratamente:

Zero Hedge è stato aspramente critico nei confronti di Biden e ha pubblicato storie sulle accuse di illeciti da parte di suo figlio Hunter. Mentre forse è meglio conosciuto per la sua copertura dei mercati e della finanza, il sito web copre anche la politica con una tendenza conservatrice.

Intuendo che il solo tirare la carta del Russiagate sarebbe insufficiente a screditare il sito web, l'anonima "fonte di intelligence degli Stati Uniti" si è sentita in dovere di sostenere il loro caso come segue:

Il sito web è stato uno dei primi amplificatori di teorie cospirative e disinformazione sulla pandemia di COVID-19. Un'indagine dell'Associated Press ha determinato che il sito ha svolto un ruolo fondamentale nel far avanzare la teoria non provata secondo cui la Cina ha progettato il virus come arma biologica. Ha anche pubblicato articoli che pubblicizzano l'immunità naturale a COVID-19 e trattamenti non provati.

Sì, questo sito web è stato il primo a "far avanzare" la teoria che la Cina ha progettato il virus che potrebbe essere sfuggito dal laboratorio di Wuhan (non abbiamo mai affermato che fosse un'arma biologica rilasciata intenzionalmente, anche se certamente potrebbe esserlo) e l'ultima volta che abbiamo controllato l'intelligence statunitense non è ancora sicura di quale sia la fonte del virusÈ stato quel "progresso" che ci ha fatto bandire da Twitter per sei mesi, solo per il sito web dei social media per fare marcia indietro dicendo che "ha commesso un errore" nel farlo.

La linea di fondo è che tali accuse di successo con cui in qualche modo lavoriamo con o per il Cremlino non sono una novità: abbiamo ripetutamente affrontato accuse simili nel corso degli anni, e possiamo assolutamente confermare che tutti sono "errori". Detto questo, desideriamo ringraziare l'AP per aver portato ancora più attenzione e attenzione alle nostre opinioni contrarie e non istituzionali, opinioni che siamo fiduciosi che il numero record di americani che hanno perso fiducia in tali media come, beh, l'Associated Press troverà rinfrescante.

Daremo l'ultima parola al pezzo di successo dell'AP stesso, che cita Bret Schafer, un membro anziano dell'Alleanza per la sicurezza della democrazia del German Marshall Fund, che ha dichiarato:

"La mia ipotesi è che la maggior parte delle persone che sono fedeli seguaci di Zero Hedge siano naturalmente inclini a diffidare del governo degli Stati Uniti", ha detto, "e quindi questo annuncio probabilmente non minerà la maggior parte del supporto principale di Zero Hedge".

Siamo d'accordo. Per quanto riguarda la CIA, no, non usciremo con voi. Mai.

https://www.zerohedge.com/markets/now-weve-done-it-we-pissed-cia?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=487