L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 6 marzo 2022

È finita l'era del clero del circo mediatico stabilitesi a Mosca e da qui continuava l'indottrinamento ideologico Occidentale. Putin l'ha fermato con decisione e infatti abbandonano in massa la Russia

La CNN si ritira dalla Russia dopo che Putin firma la legge sulla "disinformazione"

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
SABATO 5 MARZO 2022 - 11:18

Aggiornamento (1716ET): Questo insegnerà 'em...

La CNN non trasmetterà più in Russia "mentre continuiamo a valutare la situazione e i nostri prossimi passi in avanti", secondo il conduttore Brian Stelter.

*  *  *

Aggiornamento (1451ET): Interfax riferisce che un cane da guardia russo afferma che Twitter è ora bloccato in Russia, aggiungendo al congelamento dei social media occidentali che ora include Facebook e l'accesso agli app store.

*  *  *

Aggiornamento (1437ET): Vladimir Putin ha firmato diverse leggi venerdì - tra cui una che sequestrerebbe i beni degli stranieri se danneggiano i russi o violano in altro modo i diritti russi, secondo Interfax.

La minaccia arriva in parallelo con un'altra legge firmata venerdì che criminalizzerà qualsiasi cosa il Cremlino ritenga "disinformazione" sui militari in un giro di vite sulle "informazioni false". Di conseguenza, la BBC ha ritirato tutti i giornalisti da Mosca.

Nel frattempo, Mosca ha offerto alle società straniere tre opzioni per un percorso in avanti: rimanere in Russia, uscire completamente o consegnare le loro partecipazioni ai manager locali.

Il primo vice primo ministro Andrei Belousov ha esposto la posizione del governo poco più di una settimana dopo che la Russia ha invaso l'Ucraina, e un giorno dopo la banca francese Societe Generale (SOGN. PA) ha inviato un brivido attraverso il mondo aziendale dicendo che le autorità russe potrebbero sequestrare i suoi beni nel paese.

Belousov ha delineato tre alternative per le imprese straniere.

"La società continua a lavorare pienamente in Russia", ha detto in una nota. "Gli azionisti stranieri trasferiscono la loro quota per essere gestiti da partner russi e possono tornare sul mercato in seguito", ha aggiunto, e: "La società termina definitivamente le operazioni in Russia, chiude la produzione e licenzia i dipendenti".

Controlla di nuovo per ulteriori aggiornamenti...

*  *  *

Aggiornamento (1418ET): Dopo il sequestro della più grande centrale nucleare d'Europa a Zaporizhzhia, l'Ucraina ha annunciato che si stava preparando a respingere un potenziale assalto da parte delle truppe russe vicino alla città di Odessa sul Mar Nero - poco dopo che gli ucraini hanno affondato la propria nave ammiraglia per evitare che cadesse in mani nemiche.

Secondo lo stato maggiore dell'esercito ucraino, le truppe russe stanno "circondando la capitale" di Kiev.

Nel frattempo, il regolatore delle comunicazioni russo ha bloccato Facebook, secondo Bloomberg, citando Interfax.

Facebook è stato bandito come rappresaglia per il congelamento degli account di RT, Sputnik e RIA Novosti e altri media, ha detto il regolatore delle comunicazioni Roskomnadzor in una nota.

Due emittenti liberali, Ekho Moskvy e TV Rain, sono andate in onda giovedì sotto la pressione dei pubblici ministeri, mentre i siti web della BBC, Deutsche Welle e Meduza, un gruppo di notizie indipendenti, non erano accessibili venerdì. -Bloomberg

Controlla di nuovo per ulteriori aggiornamenti...

*  *  *

Giovedì sera è stata piuttosto l'esercitazione nella guerra dell'informazione, dopo che le forze russe hanno preso il controllo del piano nucleare di Zaporizhzhia in Ucraina.

Quando è scoppiata una scaramuccia, l'Ucraina ha affermato che la Russia stava "sparando da tutte le parti" e ha avvertito che se esplode, "sarà 10 volte più grande di Chernobyl", sostenendo anche che la struttura era stata "bombardata" e che i livelli di radiazioni stavano aumentando.

Questo è stato rapidamente smentito dall'Agenzia internazionale per l'energia atomica, che ha riferito che non c'era stato alcun cambiamento nei livelli di radiazione nel sito.

In effetti, la Russia ha attaccato un complesso amministrativo, non i reattori.

Alcuni hanno suggerito che l'Ucraina stava cercando di attirare l'Occidente in una maggiore assistenza, mentre l'Associated Press ha ripetuto senza fiato i rapporti ucraini.

La Russia sostiene di aver usato guanti da bambino, che l'impianto funziona normalmente e che non vi è alcuna minaccia di fuga di materiali radioattivi. Questo resoconto sembra essere corroborato da un "alto funzionario nucleare degli Stati Uniti", che ha detto a Reuters che gli Stati Uniti non hanno visto prove che la Russia abbia attaccato i reattori stessi..

Secondo l'inviato russo delle Nazioni Unite, i rapporti riguardanti l'attacco sono "bugie" e che non vi è alcuna minaccia di rilascio di materiali radioattivi.

Ora, l'ambasciatrice degli Stati Uniti Linda Thomas-Greenfield dice che il presidente russo Vladimir Putin deve "fermare questa follia".

"Per grazia di Dio, il mondo ha evitato per un pelo una catastrofe nucleare la scorsa notte", ha detto, aggiungendo "Le teste più fredde devono prevalere. Le forze russe sono ora a 20 miglia, e si stanno chiudendo, dal secondo più grande impianto nucleare dell'Ucraina. Quindi questo pericolo imminente continua (..) La comunità internazionale deve essere unanime".

Le "teste più fredde" negano che ci sia stato qualcosa di simile a una "catastrofe nucleare" la scorsa notte, ma facciamo una digressione.

https://www.zerohedge.com/geopolitical/us-ambassador-says-putin-must-stop-madness-after-ukraine-nuclear-plant-seized-russia?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=525

Nessun commento:

Posta un commento