L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 22 marzo 2022

e il Parlamento italiano oggi applaudirà al film hollywoodiano del nazista Zelensky

 21 marzo 2022

Pezzi di interesse dalla guerra in Ucraina

Di seguito sono riportati vari pezzi di interesse dalla guerra in Ucraina.

  • Zelensky dice che i leader "occidentali" hanno detto no all'adesione dell'Ucraina alla NATO, ma hanno rifiutato di farlo pubblicamente.
  • L'"attivista" sostenuto dagli Stati Uniti commette pubblicamente crimini di guerra.
  • La CNN promuove il leader del battaglione neonazista Azov.
  • Gli arcisionisti sono incazzati dal revisionismo dell'olocausto di Zelensky.
  • Il centro commerciale di Kiev distrutto è stato usato come deposito di armi e munizioni.
  • Nonostante una situazione senza speranza, il governo di Kiev rifiuta di porre fine alla guerra a Mariupol.
  • Non confermato: Zelensky respinge la richiesta militare ucraina di ritirarsi dal fronte del Donbass.
---

In due bozze di trattati, che la Russia aveva inviato agli Stati Uniti e all'UE a dicembre, ha chiesto dichiarazioni scritte che l'Ucraina non avrebbe mai aderito alla NATO. Gli Stati Uniti e l'UE hanno respinto pubblicamente tale richiesta. È stata una delle ragioni principali per cui la Russia ha iniziato il suo intervento.

Considera quanto sopra alla luce di questa intervista che Zelensky ha rilasciato ieri alla CNNHa detto:

Ho chiesto loro personalmente di dire direttamente che vi accetteremo nella NATO tra un anno o due o cinque. Basta dirlo direttamente e chiaramente o semplicemente dire di no, e la risposta è stata molto chiara, non sarai un membro della NATO o dell'UE, ma pubblicamente le porte rimarranno aperte.

I codardi semplicemente non volevano dirlo pubblicamente, anche se avrebbe potuto evitare una guerra.

---

Lettura continua: Bit di interesse dalla guerra in Ucraina

Postato da b alle 16:51 UTC | Commenti (217)

Nessun commento:

Posta un commento