L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 29 marzo 2022

il Wall Street Journal , sotto il titolo “Se le riserve valutarie della Russia non sono soldi veri, il mondo è sotto shock”, ha riportato: “Le sanzioni hanno dimostrato che le riserve valutarie accumulate dalle banche centrali possono essere portato via.”

Vladimir Putin ha dichiarato la bancarotta …. del sistema monetario fiat
Maurizio Blondet 29 Marzo 2022

Spiegazione del prof Sinagra:

La Banca Centrale della Federazione Russa ha annunciato la reintroduzione della convertibilità in oro della sua moneta nazionale, il rublo. L’ancoraggio all’oro è fissato nella misura di grande convenienza di 5.000 rubli per un grammo di oro. Per la stessa ragione il Col. Gheddafi fu assassinato selvaggiamente dagli anglofrancoamericani. La Federazione Russa e Gazprom hanno deciso che gli Stati che hanno imposto sanzioni alla Russia dovranno pagare il gas (150 miliardi all’anno di mc verso la UE), in rubli e tale mezzo di pagamento è per di più previsto dai contratti di acquisto in vigore.

Valutazione del Deutsche Wirtschafts Nachrichten; con questa mossa,



Il 16 marzo 2022 il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato durante una videoconferenza “sul sostegno socioeconomico agli stati costituenti della Federazione Russa”:

“Il congelamento illegale di parte delle riserve valutarie della banca centrale russa segna la fine dell’affidabilità dei cosiddetti asset primari. In effetti, gli Stati Uniti e l’UE hanno fallito nei loro impegni nei confronti della Russia. Oggi tutti sanno che le riserve finanziarie possono essere facilmente rubate. E molti paesi potrebbero iniziare nel prossimo futuro – sono sicuro che accadrà – a convertire le proprie risorse cartacee e digitali in riserve reali di materie prime, terra, cibo, oro e altri beni reali, che causeranno solo ulteriori carenze in questi mercati Guiderà.”

Il 3 marzo 2022, il Wall Street Journal , sotto il titolo “Se le riserve valutarie della Russia non sono soldi veri, il mondo è sotto shock”, ha riportato: “Le sanzioni hanno dimostrato che le riserve valutarie accumulate dalle banche centrali possono essere portato via.” Quella dichiarazione del Wall Street Journal coincide con la denuncia di Putin del 16 marzo 2022.

Appropriato: il 15 ottobre 2020, il capo del FMI Kristalina Georgieva ha dichiarato l’inizio di un “nuovo momento di Bretton Woods“, che era una chiara indicazione che l’attuale sistema finanziario globale doveva essere rivisto.

Basilea III: l’oro diventa un asset premium

L’oro fisico, non l’oro cartaceo, è stato riclassificato da un’attività di livello 3 a un’attività di livello 1 il 28 giugno 2021 ai sensi dell’accordo internazionale di Basilea III.

Ciò significa che dal 28 giugno 2021 l’oro fisico sarà classificato come capitale di classe 1 per le banche. I lingotti d’oro e le monete d’oro presso le banche possono quindi essere utilizzati come riserva per la concessione di prestiti.

Harry Dent, James Rickards e Vladimir Putin

La dichiarazione di Putin è molto importante perché sostanzialmente coincide con le dichiarazioni di esperti finanziari europei e statunitensi secondo cui l’attuale sistema di moneta legale sta per crollare.

Il presidente della Russia afferma anche apertamente che la domanda di metalli preziosi e cereali aumenterà. Numerosi esperti di metalli preziosi ed esperti finanziari – come Harry Dent, James Rickards o Mike Maloney – predicano da molto tempo che i prezzi dell’oro e dell’argento potrebbero raggiungere livelli astronomici. Queste affermazioni sono fatte in connessione con una rivalutazione dell’oro e/o dell’argento, o in connessione con un grave crollo del mercato azionario.

Tuttavia, se le affermazioni di Putin hanno un senso, il vero boom dei prezzi sul mercato dei metalli preziosi e su tutti gli altri mercati delle materie prime si verificherà quando le banche centrali e i governi “convertiranno i loro asset cartacei e digitali in vere riserve di materie prime, terra, cibo, oro e altri beni… reali”.

Denaro-merce, appoggiato a beni reali, invece di denaro-debito: è davvero la fine dell’Occidente della speculazione e della plutocrazia improduttiva.

Nessun commento:

Posta un commento