L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 30 marzo 2022

L'importante città sud-orientale di Mariupol è stata ora completamente conquistata dalle forze russe

Il sindaco di Mariupol ordina "l'evacuazione completa" della città ora in mani russe; L'Ucraina dice che è riconquistata il principale sobborgo di Kiev

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
LUNEDÌ 28 MARZO 2022 - 17:47

L'importante città sud-orientale di Mariupol è stata ora completamente conquistata dalle forze russe, secondo il suo sindaco, dopo settimane di assedio e intensi bombardamenti e combattimenti. Il sindaco Vadym Boichenko ha annunciato lunedì che la sua città è "nelle mani degli occupanti".

"Non tutto è in nostro potere", ha detto in un'intervista televisiva in diretta. "Sfortunatamente, oggi siamo nelle mani degli occupanti". Ha quindi chiesto un'evacuazione totale di tutti gli ucraini rimasti dalla città, che prima dell'invasione era a 400.000 - ma che alcune stime ora stimano a poco più di 150.000 rimanenti.

Precedenti riprese di droni su Mariupol, via Reuters

"Secondo le nostre stime, circa 160.000 persone sono nella città assediata di Mariupol oggi, dove è impossibile vivere perché non c'è acqua, elettricità, calore, connessione", ha detto Boichenko. "Ed è davvero spaventoso."

La scorsa settimana le forze di terra russe hanno raggiunto il centro della città, dove i combattimenti strada per strada sono continuati per giorni - pensava che lunedì non fosse chiaro se questo sia continuato.

Mentre ci sono stati precedenti corridoi umanitari intermittenti di breve durata istituiti per l'evacuazione dei civili, il sindaco di Mariupol ha sollecitato un nuovo grande sforzo. "La situazione in città rimane difficile. Le persone sono oltre la linea della catastrofe umanitaria", ha detto Boichenko secondo Reuters"Dobbiamo evacuare completamente Mariupol".

"La Federazione Russa sta giocando con noi. Siamo nelle mani degli invasori", ha sottolineato. Reuters dettagliata:

Ha detto che 26 autobus erano in attesa di evacuare i civili da Mariupol, che normalmente ha una popolazione di circa 400.000 persone, ma le forze russe non avevano accettato di dare loro un passaggio sicuro. Non ha detto dove stavano aspettando.

Boichenko ha inoltre descritto che i conducenti della città che stanno guidando le vie di evacuazione stanno venendo presi di mira. "I nostri eroici autisti sotto il fuoco stanno cercando di raggiungere i luoghi in cui i residenti di Mariupol possono essere prelevati, e stanno aspettando con la speranza di avere una tale opportunità", ha descritto..

Le dichiarazioni del governo ucraino hanno stimato che fino al 90% di tutti gli edifici, comprese le residenze, sono stati danneggiati o distrutti dopo settimane di pesanti bombardamenti.

Sempre lunedì è stato riferito che le forze ucraine hanno riconquistato il significativo sobborgo di Kiev di Irpin. Mentre non è ancora stato confermato, la CNN ha citato il sindaco come segue:

"Irpin è stato liberato la scorsa notte. Ora dobbiamo liberare completamente la città. Ci sono soldati russi feritiSi stanno offrendo di arrendersi o saranno distrutti. Irpin è un'area di sosta per un attacco. Libereremo [prossimamente] Bucha, Vorzel e Hostomel", ha detto martedì alla CNN il sindaco di Irpin Oleksandr Markushyn.

Markushyn ha annunciato su Telegram: "Abbiamo buone notizie oggi – Irpin è stato liberato" – tuttavia Reuters ha scritto: "Non c'è alcuna conferma indipendente dell'affermazione".

https://www.zerohedge.com/geopolitical/mariupol-mayor-orders-complete-evacuation-city-now-russian-hands-ukraine-says-its?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=568

Nessun commento:

Posta un commento