L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 20 marzo 2022

Trombosi, sindrome di Guillain-Barre e miocardite/pericardite, sono gli effetti collaterali dei farmaci sperimentali con modificazioni genetiche tra i più diffusi. Al momento sono stati stanziati 75 milioni di dollari

Canada: governo Trudeau stanzia $ 75 milioni per il programma di risarcimento per lesioni da vaccino

Maurizio Blondet 19 Marzo 2022

Rebel News ha presentato una richiesta di accesso alle informazioni per scoprire quante denunce sono state presentate e quanto hanno pagato i liberali finora.

Il governo federale canadese ha lanciato il Vaccine Injury Support Program . Mira a “garantire che tutte le persone in Canada che hanno subito un danno grave e permanente a seguito della ricezione di un vaccino autorizzato da Health Canada, somministrato in Canada a partire dall’8 dicembre 2020, abbiano un accesso equo e tempestivo al sostegno finanziario”.

Ciò è in linea con l’ avviso dei media di Health Canada del 9 dicembre 2020, quando l’agenzia ha approvato per la prima volta il vaccino Pfizer-BioNTech COVID-19. Pfizer ha inviato centinaia di migliaia di pagine di dati sulla sicurezza a Health Canada il 9 ottobre 2020 come parte del processo normativo per richiedere l’ autorizzazione all’uso di emergenza . Health Canada ha timbrato l’approvazione esattamente 60 giorni dopo.

Come dettagliato da Blacklock’s Reporter , una nota del dipartimento stabiliva che “un totale di 75 milioni di dollari di finanziamento è stato stanziato per i primi cinque anni del programma. La spesa include i costi amministrativi e il sostegno finanziario ai richiedenti ammissibili.


All’11 marzo 2022, il segmento specifico del vaccino COVID-19 ha registrato 81.128.413 dosi totali di vaccino somministrate ai canadesi.

Di questi, 40.891 hanno provocato reazioni avverse documentate, con 8.556 considerate gravi. Tre segnali di sicurezza continuano a essere monitorati: trombosi, sindrome di Guillain-Barre e miocardite/pericardite.

Il sistema di segnalazione è stato criticato per la pubblicazione di dati che non vengono stratificati per età o dettagliati in termini di gravità delle reazioni che si verificano.

Nonostante questo programma presentato, i canadesi feriti da vaccino affermano che non esiste un supporto adeguato per i costi associati alla navigazione del danno da vaccino.

Health Canada non è stata in grado di fornire una stima del numero di richieste di risarcimento previste nell’ambito di questo programma di sostegno.

“Come RebelNews – conclude l’articolo – abbiamo presentato una richiesta di accesso alle informazioni per scoprire quanti reclami sono stati presentati e quanto il governo ha pagato finora. Si prega di considerare di supportare questo lavoro presso Rebel Investigates .

Nessun commento:

Posta un commento