L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 14 aprile 2022

La verità emerge lentamente i militari anglostatunitensi/NATO sono in pianta stabile nell'Ucraina nazista. Chiariamo il concetto Nazista, quello di Hitler si fondava sulla supremazia della razza ariana, quello ucraino è basato da svariati anni sull'educare il popolo, le masse sulla russofobia, concetto che oggi entra in tutte le case della gente attraverso le televisioni con cui si cura di "educare" alla russofobia' al NAZISMO tutto l'Occidente. Cultura docet

Gli americani sono "responsabili" della guerra dice il giornalista francese che è tornato dall'Ucraina

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
MERCOLEDÌ, APR 13, 2022 - 11:00

Scritto da Paul Joseph Watson via Summit News,

Un giornalista francese che è tornato dall'Ucraina dopo essere arrivato con combattenti volontari ha detto all'emittente CNews che gli americani sono direttamente "responsabili" della guerra sul terreno.

L'affermazione è stata fatta dal corrispondente internazionale senior di Le Figaro Georges Malbrunot.

Malbrunot ha detto di aver accompagnato i combattenti volontari francesi, due dei quali avevano precedentemente combattuto contro l'ISIS.

"Ho avuto la sorpresa, e anche loro, di scoprire che per poter entrare nell'esercito ucraino, beh, sono gli americani che sono al comando", ha detto Malbrunot.

Aggiungendo che lui e i volontari "sono stati quasi arrestati" dagli americani, che hanno affermato di essere al comando, il giornalista ha poi rivelato di essere stati costretti a firmare un contratto "fino alla fine della guerra".

"E chi comanda? Sono gli americani, l'ho visto con i miei occhi", ha detto Malbrunot, aggiungendo: "Pensavo di essere con le brigate internazionali, e mi sono trovato di fronte al Pentagono".

Malbrunot ha anche menzionato l'America che fornisce all'Ucraina droni suicidi switchblade, qualcosa evidenziato dal segretario alla Difesa Lloyd Austin in un tweet che ha rivelato che i soldati ucraini venivano addestrati a utilizzare i dispositivi a Biloxi, nel Mississippi.

Citando una fonte di intelligence francese, Malbrunot ha anche twittato che le unità SAS britanniche "sono state presenti in Ucraina dall'inizio della guerra, così come i Delta americani".

La Russia è apparentemente ben consapevole della "guerra segreta" condotta in Ucraina da commando stranieri che sono stati nella regione da febbraio.

Sia gli Stati Uniti che il Regno Unito hanno affermato pubblicamente che non ci saranno "stivali sul terreno" in Ucraina, ma a quanto pare c'è stata una presenza militare USA-Regno Unito dall'inizio della guerra.

"I sondaggi hanno mostrato che nel periodo precedente la guerra la stragrande maggioranza degli americani voleva che il nostro governo ne rimanesse fuori, ma i nostri leader lo sanno meglio e sono più che felici di rischiare la terza guerra mondiale in difesa del regime fantoccio dell'Ucraina", scrive Chris Menahan..

https://www.zerohedge.com/geopolitical/americans-are-charge-war-says-french-journalist-who-returned-ukraine?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=602

Nessun commento:

Posta un commento