L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 19 aprile 2022

Qual è allora la strategia che il governo di Kiev e i suoi signori di Washington DC stanno seguendo? Perché l'Ucraina non si è arresa? Perché non ha continuato a negoziare con la parte russa?

 18 aprile 2022

L'Ucraina sta ancora perdendo, quindi qual è il suo piano?

Le forze russe e del Donbass hanno ripulito la città di Mariupol, ad eccezione del gigantesco complesso metallurgico di Azovstal che è detenuto da circa 4.000 uomini, tra cui molti del battaglione fascista Azov.

Domenica la Russia ha aperto corridoi attraverso la linea del fronte e ha chiesto a quelle forze di arrendersi. Tuttavia il governo di Zelensky ordinò loro di rimanere e di continuare a legare le forze russe che altrimenti potrebbero essere utilizzate altrove:

La Russia aveva dato ai combattenti ucraini a Mariupol tempo fino a domenica mattina per deporre le armi o essere "eliminati". Domenica, le forze dell'impianto hanno ignorato la scadenza e i funzionari ucraini hanno promesso che non si sarebbero arresi. In risposta, l'assalto russo si è intensificato, con missili e bombe che hanno colpito la città e nuovi attacchi che si sono verificati vicino all'impianto, secondo l'esercito ucraino.
...
I funzionari ucraini hanno detto domenica che la lotta non è finita per Mariupol, che per due mesi ha legato le truppe russe e le risorse che sono fortemente necessarie altrove.

Il complesso Azovstal è una zona industriale di 2 per 2 miglia. Può essere circondato e controllato da una forza relativamente piccola. Quelli all'interno dell'area non hanno più munizioni di artiglieria pesante e presumibilmente poche altre forniture. Le forze russe possono vedere e bombardare tutto ciò che si muove in piena terra e possono altrimenti sedersi e aspettare i loro nemici fuori.

Non credo che mantenere Azovstal ritarderà in modo significativo l'imminente seconda fase dell'operazione russa che circonderà e distruggerà l'esercito ucraino sul fronte del Donbass.

L'esercito russo ha due enormi vantaggi sulle forze ucraine nell'est. Uno è, naturalmente, la sua superiorità aerea. L'altra è la linea di rifornimento senza ostacoli che gli consente di ottenere tutte le munizioni di artiglieria pesante, carburante e cibo alle sue forze di cui ha bisogno.

Senza carburante l'esercito ucraino non può muoversi e senza rifornimenti costanti, in particolare di grandi quantità di munizioni di artiglieria, non può contrastare l'artiglieria russa che sarà in uso pesante contro di esso.

Queste immagini di una ex posizione ucraina mostrano il risultato devastante di una tale situazione.


maggiore

Quasi tutte le munizioni ucraine e le forniture di carburante sono state bombardate e distrutte. Ciò che sta penetrando attraverso i suoi confini occidentali ha difficoltà a raggiungere il fronte orientale e comunque non è sufficiente per fornire un esercito attivamente combattente e manovrante.

Il 16 aprile la Russia ha abbattuto un aereo da trasporto militare ucraino che stava portando armi "occidentali" a Odessa. Oggi ha distrutto un altro deposito di munizioni vicino a Leopoli dove le armi "occidentali" stanno attraversando il confine con l'Ucraina. Alcuni pezzi di carburante presumibilmente raggiungono ancora l'Ucraina attraverso i treni dalla Moldavia. Ma questo è tutt'altro che sufficiente.

Ecco un rapporto di una settimana sulla situazione del carburante:

Dall'inizio della guerra, il numero di stazioni di servizio in Ucraina è diminuito di tre volte e il consumo di carburante privato è diminuito di circa la stessa quantità, ha detto Sergey Kuyun, direttore del gruppo di consulenza A-95.

"Secondo le nostre stime, un terzo del numero totale di stazioni di servizio è operativo, si tratta di circa 2,5 mila stazioni, prima della guerra ce n'erano 7,5 mila. Naturalmente, il motivo principale è la mancanza di carburante. Anche il consumo è diminuito di tre volte rispetto al livello prebellico", ha detto in un briefing a porte chiuse al Media Center di Leopoli lunedì.

Allo stesso tempo, Kuyun ha osservato che i commercianti o i proprietari di reti sono costretti a fornire le loro strutture più strategiche e potenti, situate principalmente nei centri regionali o sulle rotte principali, mentre le stazioni periferiche sono costrette a rimanere inattive, sebbene ci siano anche molti consumatori lì.

Secondo lui, la carenza di carburante è diventata particolarmente aggravata dopo la chiusura della raffineria di petrolio di Kremenchug a seguito di un attacco missilistico da parte degli invasori russi.
...
Il 2 aprile, gli invasori russi hanno distrutto l'infrastruttura della raffineria di petrolio di Kremenchug con i loro bombardamenti, e ha smesso di funzionare.

Il danno fatto quotidianamente all'industria militare e militare ucraina è enorme. Si può avere un'idea di esso quando si leggono i briefing del ministero della Difesa russo. Dal brief mattutino di oggi (qui per intero come alcuni hanno difficoltà ad accedere al sito):

Le forze armate della Federazione Russa continuano l'operazione militare speciale in Ucraina.

Missili aerei ad alta precisione hanno distrutto 16 risorse militari ucraine durante la notte.

Tra questi: 5 posti di comando nemici, 1 impianto di stoccaggio del carburante, 3 depositi di munizioni, nonché personale militare e attrezzature concentrate a Barvenkovo, Gulyai Pole, Kamyshevakha, Zelenoe Pole, Velikomikhailovka e Nikolaev.

L'aviazione operativo-tattica ha colpito 108 aree di concentrazione di manodopera e attrezzature militari ucraine.

Inoltre, 1 veicolo aereo senza equipaggio ucraino è stato abbattuto da un missile aria-aria vicino a Buda.

L'aviazione dell'esercito distrusse 8 carri armati e altri veicoli da combattimento corazzati, oltre a una compagnia di manodopera nemica vicino a Pashkovo, Veseloe e Illichevka.

Le truppe missilistiche hanno colpito con missili terrestri Iskander ad alta precisione. 4 depositi di armi e attrezzature militari ucraine sono stati distrutti, così come 3 aree di concentrazione di manodopera nemica vicino a Popasnaya, Yampol e Kramotorsk.

Le unità di artiglieria russe hanno colpito 315 asset ucraini durante la notte.

Sono stati colpiti 18 posti di comando, 22 batterie di artiglieria, 1 sistema missilistico antiaereo OSA-AKM, nonché 275 punti di forza nemici e aree di concentrazione di manodopera nemica.

La difesa aerea russa significa abbattere 3 aerei da combattimento ucraini in aria: 2 caccia MiG-29 vicino a Izyum e 1 Su-25 vicino ad Avdeevka.

11 veicoli aerei senza equipaggio ucraini sono stati abbattuti in aria vicino a Klimovo, Nevelskoe, Novotroitskoe, Izyum, Panteleimonovka, Sladkovodnoe e Yasnoe. Sono stati intercettati 10 razzi di grosso calibro lanciati da lanciarazzi multipli ucraini a Chernobaevka.

In totale, 139 aerei, 483 veicoli aerei senza equipaggio, 250 sistemi missilistici antiaerei, 2.326 carri armati e altri veicoli da combattimento corazzati, 254 sistemi di razzi a lancio multiplo, 1.004 artiglieria da campo e mortai, nonché 2.184 unità di veicoli militari speciali delle forze armate dell'Ucraina sono stati distrutti durante l'operazione.

Questo è andato avanti ogni giorno per più di un mese. Mentre la precisione dei numeri di cui sopra è un po 'incerta, non penso che siano esagerati di molto. Ieri non ci sono stati particolari combattimenti pesanti e l'equipaggiamento distrutto in quel solo giorno era già più di quello che gli Stati Uniti hanno in totale promesso di inviare.

Ciò significa che la distruzione militare e la sconfitta delle forze ucraine nell'est del paese sono quasi assicurate.

Qual è allora la strategia che il governo di Kiev e i suoi signori di Washington DC stanno seguendo? Perché l'Ucraina non si è arresa? Perché non ha continuato a negoziare con la parte russa?

La loro speranza è che la loro propaganda quotidiana "la Russia sta perdendo" creerà uno slancio politico sufficiente per un intervento della NATO su larga scala?

Ciò si concluderebbe in un disastro per le forze della NATO.

La Russia è ovviamente preparata per questo. Finora ha trattenuto gran parte delle proprie forze. La Russia ha almeno 12 brigate di artiglieria missilistica tattica, ciascuna con 36 lanciamissili Iskander e 144 missili pronti per il fuoco. Solo tre di queste brigate più un terzo di altre due sono state finora impegnate.:

Tre brigate, o un totale di 36 lanciatori Iskander (due missili ciascuno più due missili di rifornimento per lanciatore) sono state schierate in Bielorussia come parte della costruzione della guerra in Ucraina. Due brigate aggiuntive (12 lanciatori) furono assegnate al distretto militare meridionale della Russia e avanzarono nell'area di Belgorod vicino al confine russo; e nella zona di Krasnodar, a sud dell'Ucraina.

Anche la maggior parte dell'aviazione russa è stata trattenuta.

Il 24 marzo il Pentagono ha affermato che la Russia stava esaurendo le munizioni di precisioneTuttavia, se il rapporto del ministero della Difesa russo è corretto, almeno 16 missili aerei terrestri di precisione e 7 Iskander sono stati utilizzati proprio ieri. A me questo non suona come "forniture limitate".

Altre questioni:

Da sabato Gonzalo Lira, che è stato segnalato da Kharkov, non è più raggiungibile. Sembra che sia stato catturato o ucciso dall'SBU ucraino simile alla GestapoPurtroppo me lo aspettavo. Fare ore di streaming live di Youtube quando il tuo nemico controlla Internet nella tua zona non è molto intelligente.

Una foto dell'incrociatore russo danneggiato Moscwa è stata pubblicata oggi.


maggiore

L'incrociatore russo è stato danneggiato la scorsa settimana e affondato. La nave è in lista e quindi deve avere danni aggiuntivi al di sotto della sua linea di galleggiamento. L'immagine mostra le navi centrali di fuoco sul lato del porto dove si trovano due dei suoi sistemi d'arma ravvicinati e i loro depositi di munizioni. La gru della nave è schierata proprio sopra quell'area. I grandi missili anti-nave verso prua e i lanciatori di difesa aerea S-300 dietro la tuga sembrano intatti. Le zattere di salvataggio lato porto non sono più dove erano e devono essere state lanciate. Ciò significa che una parte significativa dell'equipaggio probabilmente è scesa viva dalla nave prima che affondasse.

L'immagine non ci dice cosa è successo. Si è trattato di un'esplosione accidentale di munizioni, come la Russia aveva inizialmente affermato, o la nave è stata colpita da missili anti-nave ucraini (o britannici?) come sostiene l'Ucraina? Dovremo attendere ulteriori relazioni per saperlo.

Pubblicato da b il 18 aprile 2022 alle 17:28 UTC | Permalink ·

https://www.moonofalabama.org/2022/04/the-ukraine-is-still-losing-so-what-is-its-plan.html#more

Nessun commento:

Posta un commento