L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 17 maggio 2022

È solo una questione di tempo e le belve umane che hanno arse vive 47 persone il 2 maggio del 2014 ad Odessa vengono stanate una ad una dal loro covo

 2022-05-16

Украинские военные
Foto: TG "Apache Dances"

NOTIZIE

La difesa militare ucraina ad AzovStal annuncia la resa

Schiacciati nell'impianto metallurgico "AzovStal" i militari ucraini stanno negoziando la resa.

Il fondatore del battaglione Vostok, Alexander Khodakovsky, ha riferito che poche ore fa un gruppo di soldati ucraini con bandiere bianche ha lasciato il territorio dell'impresa AzovStal. Quest'ultimo ha iniziato a negoziare la resa di un gruppo molto più ampio di soldati ucraini che continuano a detenere l'impianto metallurgico. Inoltre, possiamo parlare della resa di diverse dozzine di militari ucraini e di diverse centinaia di persone. Tuttavia, è noto che sono in corso negoziati sulla resa dei soldati ucraini feriti.

"Un gruppo di parlamentari dalla parte nemica, che è uscito al mattino con bandiere bianche e un gruppo di contropiede dalla nostra parte ha determinato la rotta per la rimozione dei feriti, il nemico ha iniziato a ripulire le macerie, stiamo guardando e non interferiamo", ha detto il fondatore del battaglione Vostok, Alexander Khodakovsky.

Inizialmente, si presumeva che potesse essere una pianta di informazione, dal momento che Khodakovsky aveva precedentemente citato tali informazioni, ma hanno ricevuto una smentita ufficiale dal Ministero della Difesa della Federazione Russa. Tuttavia, al momento, la parte russa ha confermato il fatto della rimozione dei soldati ucraini feriti dal territorio dell'impianto bloccato di Azovstal a Mariupol, alla DPR per fornire assistenza
Подробнее на: https://avia.pro/news/oboronyavshiesya-na-azovstali-ukrainskie-voennye-obyavili-o-kapitulyacii


Nessun commento:

Posta un commento