L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 30 maggio 2022

I biolaboratori statunitensi sparsi per il mondo mo hanno rotto si sono inventati il vaiolo delle scimmie

MOSCA ACCUSA: “DIETRO IL VAIOLO DELLE SCIMMIE, CI SONO I LABORATORI USA IN NIGERIA”

Il Ministero della Difesa russo è venuto a conoscenza di 10 progetti statunitensi in Ucraina – su agenti patogeni di infezioni altamente pericolose – ai quali Washington e Kiev hanno collaborato, secondo quanto rivelato venerdì da Igor Kirillov, capo del Dipartimento della Difesa nucleare, chimica e biologica delle Forze armate russe.
“Ci sono informazioni sull’attuazione di 10 progetti simili (tra cui UP-3, UP-6, UP-8, UP-10), che includevano il lavoro con agenti patogeni di infezioni particolarmente pericolose ed economicamente significative: febbre Congo-Crimea, leptospirosi, encefalite trasmessa da zecche e peste suina africana”, ha detto Kirillov in una conferenza stampa.
Le vite del popolo ucraino ed europeo erano state messe a repentaglio dalla cattiva gestione degli agenti patogeni, dall’incompetenza, dalla corruzione e dalla “distruttiva influenza degli Stati Uniti”.
I laboratori biologici statunitensi operanti nelle zone della Nigeria contagiate dal vaiolo delle scimmie
Gli Stati Uniti gestiscono in Nigeria almeno quattro laboratori biologici statunitensi da cui è stato diffuso il vaiolo delle scimmie, ha rivelato Kirillov, citando i rapporti dell’Organizzazione mondiale della sanità sull’origine dell’epidemia.
“Secondo il rapporto dell’OMS, il ceppo dell’Africa occidentale dell’agente patogeno del vaiolo delle scimmie è originario della Nigeria, un altro paese in cui gli Stati Uniti hanno dislocato la propria infrastruttura biologica. Secondo le informazioni disponibili, ci sono almeno quattro laboratori biologici controllati da Washington in Nigeria”, ha spiegato Kirillov.
Egli si è anche rivolto all’organismo di controllo sanitario delle Nazioni Unite per indagare sulle attività delle strutture finanziate dagli Stati Uniti in Nigeria.
Kirillov ha affermato che nei laboratori biologici in Ucraina sono stati trovati dei documenti, preparati da esperti statunitensi, che forniscono una formazione dettagliata sulla risposta alle emergenze di epidemie di vaiolo.
“La mancanza di controlli adeguati e le violazioni dei requisiti di biosicurezza negli Stati Uniti possono portare all’uso di questo agente patogeno per scopi terroristici”, ha sottolineato Kirillov.
Il Ministero della Difesa russo ha annunciato che i laboratori biologici ucraini facevano parte di un sistema di monitoraggio globale controllato dal Pentagono, che consentiva agli Stati Uniti di controllare il loro lavoro da remoto.
Mosca ha anche presentato documenti che confermano l’organizzazione del lavoro biologico-militare del Pentagono rappresentato dal Dipartimento per la Riduzione delle Minacce del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.
Il capo del Servizio federale di sorveglianza sulla protezione dei diritti dei consumatori e il benessere umano (Rospotrebnadzor), Anna Popova, ha affermato che nel mondo ci sono più di 300 laboratori biologici civili e militari finanziati dagli Stati Uniti, con regioni che hanno alte concentrazioni di laboratori americani sia militari che civili, e il loro numero aumenta di giorno in giorno.
I finanziatori, secondo i documenti forniti dal Ministero della Difesa russo, sono Hunter Biden e il suo fondo di investimento, Rosemont Seneca, e George Soros e la sua famigerata Open Society Foundation.

Fronte della Resistenza al Mondialismo (https://frontedellaresistenza.ir/2022/05/28/laboratori-biologici-statunitensi-nel-mondo/)

https://www.maurizioblondet.it/mosca-accusa-dietro-il-vaiolo-delle-scimmie-ci-sono-i-laboratori-usa-in-nigeria/

Nessun commento:

Posta un commento