L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

mercoledì 11 maggio 2022

Il tessuto industriale di Euroimbecilandia frena i servi interni degli anglostatunitensi a fare crociate ideologiche. Sono la punta avanzata della consapevolezza che senza l'energia, industria e agricoltura i paesi muoiono e gli anglostatunitensi vogliono questo per gli euroimbecilli, per sottometterli per sempre. La Federazione Russa vuole solo commerciare, in SICUREZZA, e trarre migliore beneficio per i suoi popoli

Il sollievo di Macron e Scholz fa sperare. Anche Pechino.

Maurizio Blondet 10 Maggio 2022

la mia Russia:

Conferenza stampa congiunta Macron-Scholz. I due apprezzano che Putin non abbia, oggi, alzato i toni. E dicono che il loro obiettivo è il cessate il fuoco, che consentirà all’Ucraina di trattare le condizioni da lei ritenuto opportuno.

Rossella Fidanza

I leader di Germania e Francia in una conferenza stampa congiunta hanno accolto con favore il fatto che il presidente russo non abbia annunciato alcun passo per espandere la guerra in Ucraina nel Giorno della Vittoria.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha detto ai giornalisti a Berlino che era importante che non ci fosse un’escalation, “almeno per quanto riguarda la retorica”.

Ha aggiunto: “Vedremo cosa sta realmente accadendo in Ucraina nei prossimi giorni e settimane”.

I suoi commenti sono stati supportati dal presidente francese Emmanuel Macron, aggiungendo che l’obiettivo degli sforzi diplomatici rimane un cessate il fuoco in Ucraina.

“Fondamentalmente, oggi non c’è stata alcuna escalation verbale, nessuna escalation geografica, nessuna escalation nell’uso delle armi”, ha detto.

“Ci basta questo? No. Ci concentreremo sul nostro unico obiettivo

I due stanno prendendo le distanze dal bellicismo delirante e della voluttà di servilismo suicida pro-Biden della euro-oligarchie?


«L’Ue, su proposta di Josep Borrell [lo pseudo ministro degli Esteri], prenderà i 200 miliardi dall’euro riuscita a finanziare la ricostruzione dell’Ucraina.

E’ un furto.

Questa è la fine dei diritti di proprietà degli europei. Nessun paese ha più fiducia in noi. Estremamente serio

Xi esorta i capi europei: promuovere i colloqui di pace tra Russia e Ucraina, resistendo alle pressioni statunitensi

Durante un incontro virtuale di lunedì tra il presidente cinese Xi Jinping e il cancelliere tedesco Olaf Scholz, Xi ha sottolineato che l’ Europa deve svolgere un ruolo attivo nella promozione dei colloqui di pace e nella “costruzione di un quadro di sicurezza europeo equilibrato, efficace e sostenibile”, secondo i media statali cinesi .

Xi ha affermato che “devono essere compiuti tutti gli sforzi per evitare l’intensificazione e l’espansione del conflitto in Ucraina e la Cina accoglie con favore tutti gli sforzi che contribuiscono alla promozione dei colloqui di pace”, secondo una traduzione. “La Cina accoglie con favore tutti gli sforzi della comunità internazionale che facilitano il cessate il fuoco e i negoziati , le parti interessate dovrebbero sostenere la Russia e l’Ucraina nel raggiungere la pace attraverso i negoziati”, detto oltre .

Europei, soddisfatti di come la NATO ha condotto la guerra?



Nessun commento:

Posta un commento