L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 29 maggio 2022

La guerra durerà a lungo, pare che 2000 soldati polacchi sono entrati in Ucraina


23 MAG 2022 2 BATTAGLIONI DELL’ESERCITO POLACCO SONO ENTRATI NEL TERRITORIO DELL’UCRAINA

Inserito alle 21:12h in Conflitti in Europa da Redazione 10 Commenti

La Polonia ha inviato due battaglioni delle sue forze armate nella regione del Dnepr.

Almeno due battaglioni di militari polacchi sono stati trasferiti nel territorio dell’Ucraina. Questi ultimi includono cannoni anticarro, artiglieria, veicoli corazzati, ecc., Mentre l’esercito stesso si trova già sul territorio della regione di Dnepropetrovsk, cioè, di fatto, nella zona anteriore. Le informazioni su questo argomento sono state espresse dal corrispondente di guerra russo Yevgeny Poddubny.

Secondo Poddubny, l’esercito polacco è arrivato sul territorio dell’Ucraina pochi giorni fa. E, a quanto pare, hanno cercato di farlo in modo molto nascosto per evitare uno scontro diretto con la Russia.

“Un paio di giorni fa si è saputo dell’arrivo di due battaglioni polacchi nella regione di Pavlograd, nella regione di Dnepropetrovsk, equipaggiati con cannoni anticarro Rapira, mezzi corazzati e auto blindate americane. Allo stesso tempo, nella stessa Polonia è iniziato il reclutamento per il servizio militare volontario. I cosiddetti “picnic militari” sono iniziati in diverse città polacche “, ha affermato un corrispondente di guerra russo.

Al momento, è noto che solo i mercenari polacchi prendono parte alle ostilità dalla parte delle forze armate ucraine, tuttavia per la prima volta compaiono informazioni sul coinvolgimento del personale militare polacco. Tuttavia, va notato che Poddubny non ha potuto fornire alcun fatto affidabile.
Fonte: Подробнее на: https://avia.pro/news/2-batalona-polskoy-armii-voshli-na-territoriyu-ukrainy

Attacco russo su Pavlograd
In questo contesto, attirano l’attenzione le informazioni su un attacco missilistico a una struttura militare a Pavlograd. Il colpo è stato sferrato circa un’ora fa. Lo hanno testimoniato i residenti locali, che riferiscono che una densa nuvola di fumo nero si alza sul territorio in cui si sono concentrati i militari.

Uno dei residenti della regione di Dnepropetrovsk conferma le esplosioni a Pavlograd:
A questo proposito, dovremmo aspettarci un rapporto dal Ministero della Difesa russo su quale obiettivo è stato colpito a Pavlograd. È probabile che l’obiettivo fosse proprio il luogo di concentrazione dei gruppi armatissimi che vi arrivavano dall’estero.

Va notato che da Pavlograd (popolazione circa 100 mila persone) ci sono autostrade per Pokrovsk, Kurakhovo e Marinka, nonché verso l’agglomerato Kramatorsk-slavo. La ferrovia va verso Avdiivka.

Fonte: https://topwar.ru/196696-po-voennomu-obektu-v-pavlograde-nanesen-udar-na-fone-soobschenij-o-pribytii-tuda-podrazdelenij-s-territorii-polshi.html

Traduzione: Mirko Vlobodic

Nessun commento:

Posta un commento