L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 26 maggio 2022

La Svezia, il paese che ha evitato rigidi lockdown, ha avuto alcuni dei più bassi usi di maschere in tutto il mondo, ha mantenuto le scuole aperte e la società funzionante il più possibile e ha avuto uno dei più bassi tassi di mortalità complessiva di qualsiasi paese della loro regione.

Un nuovo rapporto COVID dell'OMS dimostra ancora una volta che la Svezia ha ragione

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
MERCOLEDÌ 25 MAGGIO 2022 - 11:00

Scritto da Ian Miller via 'Unmasked' Substack,

Durante la pandemia, la Svezia ha affrontato un'enorme quantità di critiche e pressioni internazionali a causa della sua volontà di attenersi ai principi di salute pubblica stabiliti e alla pianificazione pre-pandemia.

Invece di seguire l'incessante pensiero di gruppo anti-scienza che è diventato parte di una religione politica indotta dal virus, la Svezia ha scelto invece di non imporre i rigidi blocchi che il dottor Fauci ha recentemente affermato non essere stati processati negli Stati Uniti..

La Svezia non ha mai imposto l'uso di maschere negli spazi pubblici al chiuso, identificando correttamente la mancanza di prove a sostegno del loro uso.

Hanno tenuto aperte le scuole sfidando i sindacati degli insegnanti e gli "esperti" politicamente motivati negli Stati Uniti che sostenevano una politica con zero benefici e danni enormi..

In sostanza, la Svezia ha seguito la scienza vera e propria e non The Science™, con il marchio richiesto e lettere maiuscole. Ciò includerebbe le guide che sono state preparate prima del panico, modelli imprecisi, motivazioni politiche e ossessione per la crisi hanno preso il sopravvento.

Anche l'anno scorso è diventato subito evidente che nessuno nei media o nell'establishment della sanità pubblica era disposto a discutere la realtà indiscutibile che i risultati della Svezia non erano peggiori di molti paesi in tutto il mondo – e significativamente migliori di molti, molti altri.

In generale, i confronti si sono concentrati principalmente sugli esiti specifici del COVID, ma ora l'Organizzazione Mondiale della Sanità, fresca di chiedere poteri autoritari sulle nazioni sovrane ogni volta che lo ritengono necessario, ha pubblicato un nuovo rapporto sulle loro stime di mortalità in eccesso.

L'eccesso di mortalità è semplicemente il numero di decessi al di sopra del tasso previsto in un determinato paese in un determinato lasso di tempo.

L'eccesso di mortalità cattura tutti i risultati in un paese: non è limitato alle metriche relative al COVID o a qualsiasi altra causa specifica.

Per questo motivo può spesso essere un indicatore migliore del vero costo della pandemia, che si tratti di mortalità COVID o delle conseguenze di lockdown, politica ospedaliera o guasti alla salute mentale.

Il rapporto dell'OMS contiene molte statistiche illuminanti dei primi due anni della pandemia che illustrano che l'approccio della Svezia è stato senza dubbio quello corretto; ancora una volta contraddicendo l'esperto derivato "consenso" che sostiene infinite restrizioni alla vita normale.

Il relativo successo della Svezia è facilmente visibile quando si confrontano trenta paesi europei nel tasso di mortalità in eccesso stimato per 100.000:

La Svezia è al 25 ° posto su 30 paesi.

24 paesi hanno avuto un tasso di mortalità in eccesso più elevato per 100.000.

In sintesi, la Svezia, il paese che ha evitato rigidi lockdown, ha avuto alcuni dei più bassi usi di maschere in tutto il mondo, ha mantenuto le scuole aperte e la società funzionante il più possibile e ha avuto uno dei più bassi tassi di mortalità complessiva di qualsiasi paese della loro regione.

Mentre un singolo grafico o grafico potrebbe non confutare necessariamente argomenti pro-mandato, questo si avvicina notevolmente.

Se lockdown, maschere e altre restrizioni fossero importanti quanto gli esperti e i politici predicano che lo sono, questi risultati non dovrebbero essere possibili.

Paesi come Germania, Portogallo e Repubblica Ceca sono stati tutti elogiati per avere risposte "basate sulla scienza" con rigidi blocchi e tassi estremamente elevati di conformità delle maschere.

Il successo del vaccino in Portogallo

"Master class in comunicazione della scienza" in Germania

La "Lezione salvavita per indossare maschere" della Repubblica Ceca

La Svezia ha ampiamente sovraperformato ciascuno di essi.

Ma immergiamoci un po 'più a fondo.

Uno dei ritornelli più comuni dei sostenitori delle maschere è che gli stati degli Stati Uniti come New York, New Jersey e altri hanno scarsi risultati cumulativi perché non erano consapevoli all'inizio che le maschere "funzionano", quindi le loro politiche sono state adattate e la diffusione è stata invertita con successo dai mandati di maschere e da altre restrizioni dopo la prima ondata.

Tuttavia, la Svezia mostra l'esatto contrario.

Le restrizioni in Svezia per l'intero 2020 e il 2021 sono state costantemente tra le meno autoritarie e invasive rispetto ad altri paesi occidentali.

Ancora una volta, se i mandati di mascherina, i lockdown e le rigide politiche basate sui vaccini fossero così importanti ed efficaci, ci aspetteremmo che i risultati nel 2021 siano peggiori in Svezia, poiché la maggior parte del mondo ha sperimentato un aumento della diffusione con varianti più trasmissibili.

Invece vediamo l'esatto contrario:

Le barre nere indicano il tasso 2020 in ciascun paese, mentre le barre arancioni sono le tariffe 2021.

In molti paesi europei, l'eccesso di mortalità è peggiorato significativamente nel 2021 nonostante l'arrivo dei vaccini, la radicata fede priva di prove nelle maschere e le diffuse politiche discriminatorie sui passaporti dei vaccini. La Svezia ha avuto i risultati esattamente opposti, con tassi significativamente più bassi nel 2021 nonostante le loro regole "lassiste".

Confrontando in esclusiva i numeri del 2021 emerge anche il successo della Svezia:

Sebbene la determinazione dei fanatici pro-mandato di confrontare esclusivamente la Svezia con altri paesi scandinavi sia priva di senso, i tassi di mortalità in eccesso del 2021 mostrano la Svezia con numeri inferiori sia alla Finlandia che alla Danimarca.

Il loro numero era anche inferiore a quello di un certo numero di altri paesi che imponevano obblighi di maschere e passaporti vaccinali rigorosi come Irlanda, Portogallo e Grecia.

Rivisitando il grafico generale dal 2020 al 2021, è importante evidenziare diversi altri paesi che avevano regole molto più severe della Svezia:

Francia, Austria, Belgio, Paesi Bassi, Regno Unito, Spagna e Italia hanno tutti avuto lockdown, vari livelli di discriminazione vaccinale, obblighi di mascherina e severi requisiti di ingresso.

Tutto è andato peggio della Svezia.

Gli apologeti del lockdown e delle maschere semplicemente non hanno offerto alcuna spiegazione per questo.

Oh certo, ci sono scuse e depistaggi, ma nessuna spiegazione reale.

Sì, la Svezia aveva tassi cumulativi più elevati rispetto agli altri paesi scandinavi, ma vederli nel contesto mostra quanto fossero effettivamente simili, al di fuori della Norvegia, che era essenzialmente un'eccezione globale.

La Norvegia, tuttavia, ha avuto tassi significativi di diffusione alla fine del 2021 che non saranno conteggiati fino a quando non saranno disponibili i dati del 2022.

In generale, i paesi scandinavi erano più lassisti della maggior parte dell'Europa continentale a prescindere.

Ancora più importante, il contesto più ampio dell'Europa mostra quanto siano state efficaci le politiche svedesi.

Ecco diversi paesi degni di nota e quanto sono stati più alti dei tassi di mortalità in eccesso dal 2020 al 2021:

  • Repubblica Ceca 229%

  • Stati Uniti 163%

  • Italia 147%

  • Spagna 106%

  • Regno Unito 100%

  • Germania 96%

  • Portogallo 71%

  • Grecia 63%

  • Paesi Bassi 57%

  • Belgio 35%

Tutti questi paesi avevano restrizioni molto più severe della Svezia con risultati significativamente peggiori.

Non importa quanto duramente ci provino, ogni dato e prova disponibile continua a contraddire le affermazioni fatte da esperti incompetenti che cercano disperatamente di proteggere la loro reputazione in disgrazia e le sovvenzioni future.

Maschere, lockdown e rigide discriminazioni in quasi tutte le attività indoor si sono dimostrate completamente inefficaci, sia nel ridurre le infezioni che la mortalità complessiva.

La volontà della Svezia di seguire la scienza e non The Science™ ha significato che hanno limitato gli impatti negativi del COVID evitando al contempo un numero maggiore di decessi per altre conseguenze derivate dal blocco.

La stragrande maggioranza dei media mainstream non ha alcun interesse a coprire questi risultati perché contraddice le politiche che hanno fortemente sostenuto e costantemente promosso.

CNN, MSNBC, The New York Times e molte altre pubblicazioni mainstream di sinistra hanno fatto del loro meglio per garantire che le aziende, i politici, i sindacati degli insegnanti e altri decisori avessero la copertura per far rispettare mandati apparentemente infiniti.

Inquietantemente, i bambini sono ancora mascherati a New York City, che sembra stia tornando verso l'obbligo di maschere e passaporti vaccinali (ora con richiami!).

I distretti scolastici di tutti gli Stati Uniti hanno già deciso di imporre maschere a causa di un leggero aumento dei casi.

Queste politiche saranno ora una minaccia infinita e ricorrente in aree anti-scientifiche come Chicago, San Francisco e Los Angeles.

Tutto basato sulla menzogna che le maschere funzionano. Una bugia che la Svezia aiuta a smascherare.

https://www.zerohedge.com/covid-19/new-who-covid-report-once-again-proves-sweden-right?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=688

Nessun commento:

Posta un commento