L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 9 giugno 2022

Ci volevano morti MA muoiono improvvisamente

Hanno scoperto la “Sindrome da Morte Improvvisa nell’Adulto Sano” (SADS)

I medici non sanno spiegarsela

Dall’articolo del Daily Mail:

SADS è un “termine generico per descrivere morti inaspettate nei giovani”, ha affermato il Royal Australian College of General Practitioners, che si verificano più comunemente nelle persone di età inferiore ai 40 anni.

La Fondazione SADS con sede negli Stati Uniti ha affermato che oltre la metà dei 4.000 decessi annuali per SADS di bambini, adolescenti o giovani adulti presenta uno dei due principali segnali di allarme.

Il Baker Heart and Diabetes Institute di Melbourne sta sviluppando il primo registro SADS del paese.

“Ci sono circa 750 casi all’anno di persone di età inferiore ai 50 anni nel Victoria che hanno improvvisamente il cuore fermato (arresto cardiaco),” ha detto un portavoce.

“Di questi, circa 100 giovani all’anno non avranno una causa trovata anche dopo indagini approfondite come un’autopsia completa (fenomeno SADS).”

Vediamo solo il 10 per cento che sopravvive e arriva in ospedale

 

Ornìmai ne parla anche l’ANSA

Vaccini, in Israele +25% problemi cardiaci fra 16 e 39 anni

È stata rilevata una corrispondenza fra la somministrazione dei vaccini anti Covid-19 e l’aumento del 25% delle chiamate per problemi cardiovascolari, da parte di giovani e adulti fra 16 e 39 anni, arrivate alle strutture di pronto soccorso in Israele fra gennaio e maggio 2021, rispetto ai periodi pre-pandemia e pre-vaccini.

l dato è pubblicato sulla rivista Scientific Reports da Christopher Sun e Retsef Levi del Massachusetts Institute of Technology e da Eli Jafe del Servizio di medicina di emergenza di Israele a Tel Aviv.

Nessun commento:

Posta un commento