L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 14 giugno 2022

Gli ucraini carne da cannone mentre loro, gli oligarchi governativi, si preparano ad uscire dalla scena hollywoodiana e ritirarsi in villa

 

La cerchia ristretta di Zelensky acquista ville multimilionarie in Svizzera | Database Italia

Se l’Ucraina sta vincendo la guerra con la Russia, allora perché le persone chiave nella cerchia ristretta del presidente Zelensky comprano case in Svizzera? E come fanno a offrire 9 milioni di dollari per l’acquisto di quelle case? Gli “aiuti stranieri” vengono dirottati in modo che possano acquistare ville multimilionarie?

Come la maggior parte dei paesi, la Svizzera dispone di registri catastali che mostrano chi possiede una determinata proprietà, a quanto è stata venduta e quali tasse vengono pagate su di essa. Gli estratti di tali registri fondiari possono essere consultati dal pubblico in generale.

Tra i proprietari di immobili di lusso nel paese delle banche e dei prati alpini, ci sono alti funzionari dell’entourage di Zelensky.

Iniziamo con Dmitry Razumkov, un politico ucraino ed ex presidente della Verkhovna.

Secondo l’estratto del registro fondiario, il signor Razumkov sembra essersi comprato una casa lussuosa per 8.954.621,00 franchi svizzeri, che sono circa pari al valore di un dollaro USA. Il suo nome è in fondo al record di vendita della proprietà:

Il prossimo è Oleksandr Danyliuk (Daniljuk), ex segretario del Consiglio nazionale per la sicurezza e la difesa (NSDC) dell’Ucraina. Il suo nome appare come acquirente della casa da 9.126.538,00 CHF mostrata nel registro qui sotto:

Il prossimo è il record di Lyudmila Denisova, lo stesso difensore civico che è stato licenziato a causa di false notizie sulle atrocità dell’esercito russo contro i bambini.

Il costo di ogni casa è di circa 9 milioni di franchi svizzeri. Il franco è attualmente quasi equivalente al dollaro.

Amano così tanto l’Ucraina che hanno deciso di non viverci.

Non solo, da dove provengono questi “funzionari pubblici” con circa 9 milioni di dollari per farsi delle ville in Svizzera?

La maggior parte di queste case è stata acquistata appena PRIMA che la Russia iniziasse la sua operazione militare speciale in Ucraina.

Queste case erano una sorta di tangente o compenso a questi funzionari pubblici per convincerli ad alimentare gli incendi fino allo scoppio della guerra? Questi funzionari pubblici sono stati pagati da qualcuno per convincerli ad aiutare a iniziare una guerra?

O peggio, gli aiuti esteri all’Ucraina sono stati dirottati in modo che queste persone potessero acquistare lussuose ville per se stesse, lontano dalla guerra che hanno contribuito a iniziare?

Le menti indagatrici vogliono sapere.

https://www.maurizioblondet.it/la-cerchia-ristretta-di-zelensky-acquista-ville-multimilionarie-in-svizzera-database-italia/

Nessun commento:

Posta un commento