L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 10 giugno 2022

Gli ucraini ci hanno rifilato innumerevoli bufale e falsità è ufficiale

 

Silenzio ufficiale ucraino rotto

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
GIOVEDÌ 09 GIU 2022 - 13:30

Aggiornare: Le fonti dei media stranieri originali su questo rapporto hanno ricevuto un rapporto con loro per non dire più che l'ex ombudswoman ha "esagerato" le affermazioni di massa da parte delle forze armate. Pertanto, stiamo aggiunto anche i nostri rapporti.

Denisova ha detto: “Quando, ad esempio, ho parlato al parlamento italiano in seno alla commissione per gli affari internazionali, ho sentito e visto tanta stanchezza dall'Ucraina, lo sai? Ho parlato di cose terribili per spingerle in qualche modo a prendere le decisioni di cui l'Ucraina e il popolo ucraino hanno bisogno”.

Per quanto riguarda l'affermazione di essere stata licenziata per aver mentito sullo stupro di massa Radio Svoboda - gesto dal Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, situato nel Pavlo Frolov, che elenca tre ragioni per il licenziamento di Denisova :

Secondo lui, tra i motivi per cui non vogliono più vedere Lyudmila Denisova come difensore civico sono :

  • la sua incapacità di esercitare i suoi diritti nelle attività relative ai diritti umani durante la guerra ("non ha organizzato corridoi umanitari e scambio di prigionieri") ;
  • "Concentrazione indecisa del lavoro dei media su numerosi dettagli di" crimini sessuali commessi in modo innaturale "e" stupro di bambini "nei territori occupati, che non è stato confermato da prove";
  • rimanere all'estero per molto tempo dopo il 24 febbraio "nella calda e calma Europa occidentale".

Il 30 maggio si è saputo che la Rada aveva iniziato a raccogliere firme senza fiducia nel Mediatore Denisova. Lei stessa crede che il suo licenziamento è stato avviato dall'Ufficio del Presidente, ma Bankova ha respinto le accuse.

Lo notiamo PoliticoChristopher Miller cita "MP" che "ha affermato che il suo lavoro si concentra sullo stupro degli ucraini da parte delle truppe russe che "non è stato confermato con prove [...] ha solo danneggiato l'Ucraina e distratto i media globali dai reali bisogni dell'Ucraina."

Quindi - per chiarire, Denisova ha promosso, ma non ha esagerato, non confermato le affermazioni di stupro di massa, e il parlamentare Pavlo Frolov lo ha elencato come uno dei numerosi motivi della sua espulsione.

Sito Web di verifica dei fatti Rivelatore di mito conferma il rapporto Radio Svoboda :

Frolov nomina diverse ragioni, sottolineando che Denisova non ha usato la sua autorità per fornire corridoi umanitari e scambiare prigionieri o per proteggerli, e non ha fatto abbastanza per impedire ai cittadini ucraini, compresi i bambini, di essere espulsi dai territori occupati in Russia. Frolov ha osservato che le responsabilità del Mediatore dovevano essere adempiute dal Ministro della Reintegrazione dei territori temporaneamente occupati, Iryna Vereshchuk. Un altro motivo del licenziamento di Denisova, ha detto Frolov, è stato che aveva trascorso molto tempo all'estero dopo l'aggressione militare su vasta scala della Russia il 24 febbraioth.

...

Un altro motivo addotto da Frolov, che è evidenziato nei post in lingua russa, è quello Denisova non è riuscita a raccogliere prove sufficienti, e in questo contesto, in particolare sulla questione della violenza sessuale degenerata nei territori occupati, che ha distolto l'attenzione da altre questioni Tuttavia, il post non afferma che tali fatti non siano accaduti e, pertanto, l'affermazione secondo cui la Rada ha riconosciuto ufficialmente che Denisova stava mentendo e che fatti simili non si sono verificati in Ucraina è falsa.

* * *

Autore di Paul Joseph Watson tramite Summit News ,

Il massimo funzionario ucraino che è stato licenziato per aver diffuso disinformazione ha ammesso di aver mentito sul fatto che i russi commettessero stupri di massa per convincere i paesi occidentali a inviare più armi in Ucraina.

Lyudmila Denisova, ex commissario parlamentare ucraino per i diritti umani, lo era rimosso dalla sua posizione a seguito di un voto di sfiducia nel parlamento ucraino che è passato di un margine di 234 a 9.

Il membro del Parlamento Pavlo Frolov ha accusato specificamente Denisova di spingendo la disinformazione che "ha danneggiato solo l'Ucraina" in relazione ai "numerosi dettagli di" reati sessuali innaturali "e abusi sessuali su minori nei territori occupati, che non erano supportati da prove.”

In un'intervista pubblicata da a Outlet ucraino, Denisova ha ammesso che le sue falsità avevano raggiunto l'obiettivo previsto.

“Quando, ad esempio, ho parlato al parlamento italiano in seno alla commissione per gli affari internazionali, ho sentito e visto tanta stanchezza dall'Ucraina, lo sai? Ho parlato di cose terribili per spingerle in qualche modo a prendere le decisioni di cui l'Ucraina e il popolo ucraino hanno bisogno ” lei disse.

Denisova lo notò Il movimento a cinque stelle italiano era originariamente "contro la fornitura di armi a noi, ma dopo il suo discorso, uno dei leader del partito ... ha detto che ci sosterranno, anche attraverso la fornitura di armi.”

Nonostante il fatto che le sue affermazioni sullo stupro di massa fossero false, furono ripetutamente amplificate da media legacy come CNN e il Washington Post.

"I media sono stati pronti a presentare le affermazioni di BS di questa donna, ma non gliene frega niente della correzione del record" scrivere Chris Menahan.

In effetti, ci sono state innumerevoli bufale e falsità durante la guerra in cui le cosiddette "controlli dei fatti" sono state evidenti dalla loro assenza.

Questi includono perdite di radiazioni nelle centrali nucleari assediate che si sono rivelate non avvenute, la completa disinformazione dei media su ciò che è accaduto a Snake Island, il "Ghost of Kiev Hoax, così come l '"attacco "a un memoriale dell'Olocausto mai successo.

Nessun commento:

Posta un commento