L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 18 giugno 2022

Grazie al VOSTRO Mario Draghi, lo stregone maledetto

LE INTERVISTE DI BYOBLU
RIDUZIONI DEL GAS RUSSO IN ITALIA: QUALI LE POSSIBILI SOLUZIONI? – MANLIO DINUCCI E GUIDO SALERNO ALETTA
16 Giugno 2022
Francesco Capo

Riproduci il video

https://www.byoblu.com/2022/06/16/riduzioni-del-gas-russo-in-italia-quali-le-possibili-soluzioni-manlio-dinucci-e-guido-salerno-aletta/

La Russia ha iniziato a ridurre la fornitura di gas verso l’Europa. L’annuncio è arrivato ieri da Gazprom, la principale compagnia russa del settore energetico-minerario.
Secondo quanto successivamente comunicato dalla Tass, la principale agenzia stampa russa, la riduzione delle forniture del gas per l’Italia sarà anche maggiore rispetto a quella inizialmente prevista. Secondo le ultime notizie, infatti, l’Eni riceverà non più del 65% del volume di gas richiesto. A chi conviene questa situazione e cosa dovrebbero fare l’Italia e l’Europa?

Con Guida Salerno Aletta, economista e saggista, e Manlio Dinucci, giornalista ed esperto di geopolitica, abbiamo discusso delle possibili soluzioni per evitare uno scenario economicamente negativo per l’Italia in vista dell’inverno.

https://www.byoblu.com/2022/06/16/riduzioni-del-gas-russo-in-italia-quali-le-possibili-soluzioni-manlio-dinucci-e-guido-salerno-aletta/

Nessun commento:

Posta un commento