L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 25 giugno 2022

Il gruppo di unità ucraine è stato completamente isolato vicino a Gorskoye e Zolotoye. Questa sacca ha circondato quattro battaglioni: 3º Battaglione meccanizzato della 24ª Brigata meccanizzata, 15º Battaglione d'assalto da montagna della 128ª Brigata d'assalto da montagna, 42º Battaglione di fanteria meccanizzata della 57ª Brigata di fanteria meccanizzata, 70º Battaglione della 101ª Brigata di difesa territoriale, nonché un gruppo di artiglieria della 57ª Brigata di fanteria meccanizzata, un gruppo di nazisti dell'organizzazione del settore destro e un distaccamento di mercenari stranieri.

 24 giugno 2022

Ucraina SitRep - Zolote Cauldron Chiude - Lysichansk Bloccato (Corretto due volte)

[Corretto (due volte) di seguito]

Nell'ultimo rapporto sulla situazione della guerra in Ucraina ho discusso la situazione vicino a Lysichansk.

La leadership ucraina sta ancora inviando nuove unità nel calderone di Lysichansk a est. Ai russi non dispiace. Il loro compito è quello di "smilitarizzare" l'Ucraina. Racchiudere più truppe in un colpo solo lo rende più facile.


maggiore

La distanza tra l'area rossa russa tenuta in alto a quella in basso nello spazio più stretto è di soli 15 chilometri o circa 9 miglia. C'è solo una strada aperta che lo attraversa da ovest a est che viene utilizzata per spingere i rifornimenti alle truppe ucraine a Lysichansk.

Da allora la mappa è cambiata in modo significativo:

16 giu

Fonte: LiveUAmap - più grande

Ciò che si sviluppò fu prima un calderone più piccolo intorno a Zolote nella parte inferiore della mappa.

18 giu

maggiore

Questa è stata una mossa classica fatta dal libro.

20 giu

maggiore

Poi un battaglione di truppe ucraine che avrebbe dovuto tenere i villaggi nella zona superiore della sacca si ritirò. Alcuni dicono che gli è stato ordinato di andarsene, altri sostengono di essersi ammutinati. Quest'ultimo è più probabile in quanto si trattava di fanteria amatoriale delle Forze di Difesa Territoriale che, senza un supporto sufficiente, era stata inviata a sostituire truppe migliori a cui era stato ordinato di tornare indietro.

22 giu

maggiore

I russi sull'ala orientale si spostarono a ovest per prendere 5 villaggi in un giorno lungo il confine settentrionale della sacca.

24 giu

maggiore

Ciò ha messo il coperchio sul calderone che ha immediatamente iniziato a cucinare i circa 2.000 soldati ucraini che erano all'interno.

Le mappe di cui sopra sono piuttosto approssimative. Uno più dettagliato dal lato russo mostra che diverse città all'interno del calderone Zolote non sono ancora state ripulite.

24 giu

maggiore

Nel rapporto di oggi il Ministero della Difesa russo afferma:

L'offensiva di successo delle unità russe verso Lugansk in 5 giorni ha portato alla liberazione di Loskutovka, Podlesnoye, Mirnaya Dolina, Shchebkaryer, Vrubovka, Nyrkovo, Nikiolayevka, Novoivanovka, Ustinovka e Ray-Aleksandrovka.

Il gruppo di unità ucraine è stato completamente isolato vicino a Gorskoye e Zolotoye.

Questa sacca ha circondato quattro battaglioni: 3º Battaglione meccanizzato della 24ª Brigata meccanizzata, 15º Battaglione d'assalto da montagna della 128ª Brigata d'assalto da montagna, 42º Battaglione di fanteria meccanizzata della 57ª Brigata di fanteria meccanizzata, 70º Battaglione della 101ª Brigata di difesa territoriale, nonché un gruppo di artiglieria della 57ª Brigata di fanteria meccanizzata, un gruppo di nazisti dell'organizzazione del settore destro e un distaccamento di mercenari stranieri.

In totale, la sacca di Gorskoye ha isolato fino a 2 mila persone: circa 1.800 militari, 120 nazisti di Settore Destro, fino a 80 mercenari stranieri, oltre a oltre 40 veicoli da combattimento corazzati e circa 80 cannoni e mortai.

41 militari hanno abbandonato la loro resistenza e si sono arresi volontariamente solo nelle ultime 24 ore.

Secondo i prigionieri, le unità ucraine circondate sono esauste. Le unità sono attualmente presidiate da meno del 40%. Il comando ucraino superiore ha perso il controllo su queste unità. Armamenti, munizioni, carburante e altre forniture logistiche sono completamente interrotti.

Le truppe russe stanno rafforzando l'accerchiamento di Gorskoye lanciando attacchi ininterrotti contro il nemico. Metà di Zolotoye era stata presa sotto controllo ieri.

Da questa mattina circa 600 si sono arresi. Gli altri probabilmente seguiranno più tardi oggi o domani.

Sempre questa mattina il vice comandante ucraino per la provincia di Luhansk ha annunciato che ai soldati e ai mercenari stranieri che hanno resistito nella zona industriale di Sevierodonetzk a est di Lysichansk è stato detto di ritirarsi a Lysichansk. In effetti un ritiro completo da Lysichansk più a ovest sembrava essere probabile.

Ma questo non era più possibile per i 10-15.000 soldati dentro e intorno alla città poiché un ponte sull'unica strada che porta a ovest è stato lasciato cadere durante la notte sui binari ferroviari sottostanti.

Correzione (19:00 utc) Questa sezione era sbagliata ed è stata corretta. Un ponte è stato bombardato per tagliare la via di fuga da Lysichansk, ma era diverso da quello che ho scritto all'inizio. Ciò non cambia la conclusione

Ponte segnato in rosso - Questa mappa è di un ponte diverso.

maggiore

Questa mappa è del ponte che è stato effettivamente distrutto. Si trova a nord-ovest della raffineria di Lysichansk di cui ho discusso nel precedente rapporto sulla situazione.

Ponte segnato in rosso

maggiore

Un elicottero russo ha eseguito quella missione e ora sembra che ci sia stato un atterraggio più grande di truppe aviotrasportate a ovest della raffineria.

Ecco come si dice che il ponte stia guardandoCorrezione (17:30 utc): L'immagine non mostra il ponte sulla mappa.

Correzione (19:00 utc) L'immagine è del ponte distrutto ma è stata geolocalizzata erroneamente. Ma che il ponte sulla mappa sia ora danneggiato è stato riportato da una fonte che di solito è corretta. Continuo a presumere che sia effettivamente così. Ancora una volta la mappa era sbagliata, non l'immagine del ponte.

Ci scusiamo per questa confusione di "nebbia di guerra". Gli effetti tattici dell'incidente menzionato di seguito rimangono gli stessi. [fine di entrambe le correzioni]


maggiore

Ci sono ancora strade laterali e piste sterrate che possono essere utilizzate, ma l'intera area a ovest di Luhansk è sotto il controllo del fuoco russo. Il lungo convoglio che sarebbe necessario per una ritirata non può passare senza essere gravemente molestato.

Anche il grande calderone di Lysichansk è stato chiuso. Nonostante la pulizia ancora necessaria della città e di due o tre piccoli villaggi, si può affermare che l'ex provincia ucraina di Luhansk, ora Repubblica popolare di Luhansk, è stata liberata dall'Ucraina.

Da parte russa circa 30-40 gruppi tattici di battaglione (BTG) sono stati coinvolti nell'intera operazione. La maggior parte di essi può ora rifornirsi e riposare per essere successivamente utilizzata altrove.

Pubblicato da b il 24 giugno 2022 alle 14:37 UTC | Permalink ·

https://www.moonofalabama.org/2022/06/lysichansk.html#more

Nessun commento:

Posta un commento