L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 2 luglio 2022

e gli Stati Uniti hanno vinto facile, guerra guerra guerra sui territori di Euroimbecilandia così decreta la Nato, mica stupidi gli statunitensi la guerra che vogliono e che cercano è lontana dalle loro terre, dal proprio popolo. Solo i veri imbecilli possono pensare che la Federazione Russa con gli immensi territori che ha possa volerne altri, per la difesa dei russi ucraini la situazione è diversa

I rinforzi statunitensi in Europa annunciati al vertice NATO di Madrid

1 luglio 2022
in News


“Gli Stati Uniti hanno risposto rapidamente ed efficacemente in stretta collaborazione con i nostri alleati della NATO alla crisi della sicurezza europea causata dall’aggressione della Russia contro l’Ucraina” si legge in un comunicato del Pentagono che il 28 giugno ha aggiornato sul posizionamento delle forze USA già presenti Europa e sull’arrivo di ulteriori rinforzi da oltreoceano dopo l’avvio del conflitto in Ucraina.

“La nostra risposta ha incluso la dispersione delle forze già in Europa per rafforzare il fianco orientale della NATO, il dispiegamento di:aviazione d’attacco dalla Germania alla Lituania;
l’invio di un battaglione di fanteria aviotrasportata dall’Italia alla Lettonia;
elementi di una squadra di combattimento della brigata Stryker dalla Germania in Romania, Bulgaria e Ungheria;
Batterie Patriot dalla Germania in Slovacchia e Polonia:
aerei da combattimento F-15 dal Regno Unito alla Polonia”.


Dal febbraio scorso, il Dipartimento della Difesa ha schierato o esteso la presenza di oltre 20.000 forze aggiuntive in Europa in risposta alla crisi ucraina, aggiungendo ulteriori capacità aeree, terrestri, marittime, informatiche e spaziali, portando il totale delle forze statunitensi nel vecchio Continente attuale a oltre 100.000 militari.

Ciò include l’estensione di una portaerei con il suo gruppo da attacco, il dispiegamento di ulteriori squadroni di caccia e velivoli da trasporto/cisterna e il dispiegamento di un gruppo anfibio di pronto impiego con una forza di spedizione dei Marines e di un battaglione del sistema missilistico di artiglieria ad alta mobilità (HIMARS).


“Al vertice NATO di Madrid, il presidente Biden ha annunciato i seguenti impegni aggiuntivi a lungo termine per rafforzare la sicurezza europea:In Polonia verrà schierato il posto di comando avanzato del quartier generale del V Corpo, un quartier generale della guarnigione dell’esercito e un battaglione di supporto mentre le forze a rotazione mantengono un Brigade Combat Team corazzato, un elemento della Brigata dell’Aviazione dell’US Army a e un elemento del quartier generale della divisione.
In Romania, gli Stati Uniti posizioneranno un Brigade Combat Team a rotazione, mantenendo così una brigata aggiuntiva sul fianco orientale rispetto a gennaio.


Nella regione baltica, gli Stati Uniti rafforzeranno i loro schieramenti a rotazione – che includono aeronautica, difesa aerea e operazioni speciali.
In Spagna, gli Stati Uniti aumenteranno da 4 a 6 i cacciatorpediniere lanciamissili di stanza a Rota.
Nel Regno Unito, verranno schierati due squadroni di F-35 presso la RAF Lakenheath
In Germania, gli Stati Uniti schiereranno il quartier generale di una a brigata di artiglieria di difesa aerea, un battaglione di difesa aerea a corto raggio, un quartier generale del battaglione di supporto al combattimento e un quartier generale della brigata Genio per un totale di circa 625 militari. Queste forze si basano sul recente stazionamento avanzato della Multi Domain Task Force e del Theatre Fires Command in Germania, annunciato dal segretario Austin nell’aprile 2021.


In Italia, gli Stati Uniti invieranno una batteria di difesa aerea a corto raggio, per un totale di circa 65 persone. Secondo alcune fonti questa batteria è un’unità subordinata del battaglione di difesa aerea a corto raggio basata in Germania e potrebbe venire posta a protezione della base aerea di Aviano.

Nell’anno fiscale 2022, il Dipartimento della Difesa dedica 3,8 miliardi di dollari di finanziamenti all’Iniziativa di deterrenza europea con altri 4,2 miliardi di dollari richiesti per forze di rotazione, esercitazioni, infrastrutture, costruzione di strutture di stoccaggio, aggiornamenti degli aeroporti e complessi di addestramento e attrezzature preposizionate.

Con fonte e foto US DoD

Nessun commento:

Posta un commento