L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 5 luglio 2022

E' inevitabile, Odessa

La Russia afferma il pieno controllo sulla regione di Luhansk con la caduta di Lysychansk

Tyler Durden's Photo
DI TYLER DURDEN
DOMENICA 3 LUG 2022 - 19:45

Fresche della loro vittoria sulla roccaforte chiave di Sievierodonetsk, le forze russe hanno rivendicato la vittoria sulla sua città sorella di Lysychansk, che mette la Russia in totale controllo della provincia di Luhansk. Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu lo ha affermato in una dichiarazione di domenica, mentre il governatore regionale ucraino di Luhansk, Serhiy Haidai, ha detto che "la città è in fiamme"

"Sergei Shoigu ha informato il comandante in capo delle forze armate russe, Vladimir Putin, della liberazione della Repubblica popolare di Luhansk [LPR]", ha detto il ministero della Difesa in una nota.

Lysychansk, via Telegram

L'esercito russo e i suoi alleati separatisti hanno ora "il pieno controllo di Lysychansk e di altre città vicine, in particolare Belogorovka, Novodruzhesk, Maloryazantseve e Bila Hora", ha aggiunto la dichiarazione.

Per quanto riguarda il già citato governatore regionale Haidai, ha scritto su Telegram che "i russi stanno rafforzando le loro posizioni nella regione di Lysychansk".

"I russi sono trincerati nel distretto di Lysychansk, la città è in fiammeGli occupanti probabilmente schierarono tutte le loro forze a Lysychansk. Hanno attaccato la città con tattiche inspiegabilmente brutali", ha detto Haidai.

Poiché Luhansk e la sua repubblica filo-russa separatista sono una delle due regioni chiave che formano il Donbas, questo pone Mosca un importante passo avanti verso il raggiungimento del suo obiettivo dichiarato di liberare tutto il Donbas.

Un rappresentante della milizia LPR, Andrei Marochko, ha detto che la città è stata "ripulita dai nazionalisti ucraini" e ha detto che "le bandiere della vittoria sono già state installate" vicino a Lysychansk, come citato dalla CNNAlcuni rapporti hanno detto che i cittadini locali filo-russi hanno eretto una bandiera sovietica in un monumento centrale della città.

Secondo un aggiornamento sul campo di battaglia rilasciato dal presidente ucraino Volodymyr Zelensky sabato sera:

... le città della regione di Luhansk erano "l'epicentro" delle ostilità. Nel suo discorso notturno di sabato, Zelensky ha riconosciuto che più di 2.600 città e paesi ucraini erano sotto il controllo russo..

"L'esercito russo ha continuato a sparare missili contro le nostre città", ha detto Zelensky, esortando le persone ad "aiutare l'esercito, aiutare i volontari, aiutare tutti coloro che sono stati lasciati soli in questo momento" e ad usare i loro contatti per "diffondere la verità sulla guerra e sui crimini degli occupanti sulla nostra terra".

Un corrispondente di guerra di Al Jazeera ha osservato della cattura di Lysychansk da parte delle forze russe: "Questo è strategicamente significativo perché è lì che i russi hanno spostato la loro attenzione militare dopo che non sono riusciti a trasferirsi a Kiev nei primi giorni della guerra quando sono stati respinti dalla capitale".

La scorsa settimana, in discorsi virtuali prima dei vertici del G7 e della NATO, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha usato l'imminente caduta di queste città orientali per evidenziare che le sue forze hanno urgente bisogno di armi più pesanti. Ha anche suggerito che Putin potrebbe alla fine continuare ad attaccare la NATO "l'anno prossimo".

Ha detto che prima del vertice annuale della NATO del prossimo anno, potrebbe essere che "diversi altri stati, possibili membri dell'alleanza, vengano presi di mira dalla Russia" e ha espresso la speranza che parteciperà all'incontro di persona per allora.

https://www.zerohedge.com/geopolitical/russia-claims-full-control-over-luhansk-region-fall-lysychansk?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=754

Nessun commento:

Posta un commento