L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 24 luglio 2022

I farmaci sperimentali fanno ammalare e morire, così dicono i dati canadesi

Trudeau: possiamo tollerare i no vax che spesso sono misogini e razzisti?

Canada: abbiamo un problema con i vaccinati Covid-19
-22 Luglio 2022

SHARES

di Stefano Pezzola

Gli ultimi dati ufficiali pubblicati dal governo del Canada rivelano che la popolazione vaccinata ora rappresenta il 92% dei decessi per Covid-19 in tutto il paese, con quasi la metà di questi decessi registrati tra la popolazione vaccinata con ciclo primario e doppia dose aggiuntiva/booster.
Il governo redige un aggiornamento giornaliero sull’epidemiologia del Covid-19, in cui fornisce i nuovi dati su casi di Covid-19, ricoveri e decessi, seppur non con particolare precisione.
Il seguente grafico mostra il numero di casi di Covid-19 in tutto il Canada per stato di vaccinazione tra il 6 giugno e il 19 giugno 2022.


Ciò significa che la popolazione non vaccinata rappresenta soltanto il 7% dei casi di Covid-19, mentre la popolazione vaccinata rappresenta il 93%, di cui il 72% vaccinati con quattro dosi.
Il seguente grafico mostra il numero di decessi per Covid-19 in tutto il Canada per stato di vaccinazione tra il 6 giugno e il 19 giugno 2022.


Ciò significa che la popolazione non vaccinata rappresentava solo l’8% dei decessi per Covid-19, mentre la popolazione vaccinata rappresentava il 92%, di cui il 44% tra i vaccinati con quattro dosi.

Il Presidente Justin Pierre James Trudeau tra una partecipazione al World Economic Forum di Klaus Schwab e una repressione con l’esercito della protesta dei camionisti, adesso dovrà giustificare la sua politica sanitaria al popolo canadese.

Concludo anticipando che i dati riferiti ai decessi non debbono sorprendere assolutamente.
Ci sarà modo nei prossimi giorni di pubblicare i dati sui decessi per Covid-19 nella Regione Toscana nel periodo 1 gennaio – 30 giugno degli anni 2020, 2021 e 2022.

Nessun commento:

Posta un commento