L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 25 luglio 2022

La Sovranità Nazionale della Russia la costringe anche a tagliare con i sionisti ebrei, nonostante il milione di russi ebrei che i trovano nelle terre di Palestina

Putin sfida la lobby di Sion. Pericolo estremo per lui.
Maurizio Blondet 24 Luglio 2022

Cesare Sacchetti

La Russia ha deciso di chiudere l’agenzia ebraica Sokhnut. Questa organizzazione è sorta nel 1989, poco prima della dissoluzione dell’Unione Sovietica. Il suo scopo è quello di favorire l’immigrazione degli ebrei russi verso lo stato di Israele. Il sionismo ovunque abbia operato ha cercato di favorire l’immigrazione degli ebrei nei loro Paesi di nascita verso Israele. Questo ha creato un problema di lealtà verso i Paesi nei quali gli ebrei abitano perché il sionismo ha voluto rendere “straniere” le popolazioni ebraiche che vivono da secoli in Europa. La Russia ha deciso di chiudere questa organizzazione che negli ultimi tempi sembra aver manifestato tutta la sua ostilità nei confronti di Putin e della sua operazione in Ucraina. A quanto pare, Vladimir Putin ha deciso di affrontare una volta per tutte il nodo della lobby sionista che ormai trama apertamente per minare la sovranità della Russia.

Moscow seeks to shut down Jewish Agency branch in Russia: court – Insider Paper
Russia’s justice ministry is seeking to shut down the Russian branch of the Jewish Agency, the body that processes

“Ha iniziato a funzionare in Russia nel 1989, due anni prima della fine dell’Unione Sovietica, dopo di che centinaia di migliaia di ebrei provenienti da tutta l’URSS sono partiti per Israele. Più di un milione di cittadini israeliani oggi sono originari dell’Unione Sovietica. La richiesta arriva in mezzo ai tesi legami tra Israele e Russia da quando a febbraio è iniziata l’operazione militare di Mosca in Ucraina, che è stata condannata dal governo israeliano.

Secondo Kommersant, l’Agenzia ebraica per Israele Sochnut in Russia, che assiste nel rimpatrio degli ebrei russi in Israele, sta elaborando un piano segreto per trasferire l’ufficio di Mosca in Israele. La decisione è stata presa dopo che il 21 luglio il Ministero della Giustizia russo ha chiesto al tribunale di Mosca di liquidare l’organizzazione.
La chiusura dell’agenzia Sochnut in Russia avrà gravi conseguenze per le relazioni tra la Russia e l’Israele, ha affermato il primo ministro israeliano Yair Lapid.
“Le relazioni con la Russia sono importanti per l’Israele, la comunità ebraica in Russia è grande e importante. La chiusura degli uffici dell’agenzia sarà un evento grave che influenzerà le relazioni”. https://t.me/kommersant/36286

Коммерсантъ
Закрытие агентства «Сохнут» в России будет иметь серьезные последствия для отношений РФ и Израиля, заявил израильский премьер Яир Лапид. Глава правительства провел с

Nessun commento:

Posta un commento