L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 6 agosto 2022

La visita di Pelosi è stato il catalizzatore di accelerazioni di dinamiche già in essere

 06 agosto 2022

La reazione della Cina alla visita di Pelosi rivela i suoi piani di conflitto a Taiwan

Continua la risposta della Cina alla visita di Pelosi a Taiwan:

Taipei, 6 agosto (CNA) Il Ministero della Difesa Nazionale di Taiwan (MND) ha dichiarato sabato che diversi aerei e navi militari cinesi hanno operato vicino a Taiwan al mattino in quella che credeva essere una simulazione di un attacco all'isola principale di Taiwan.

In un breve comunicato stampa, l'MND ha detto che diversi aerei e navi militari cinesi hanno condotto attività vicino a Taiwan sabato mattina, con alcuni di loro che attraversano la linea mediana dello Stretto di Taiwan - una zona cuscinetto non ufficiale normalmente evitata da aerei e navi militari taiwanesi e cinesi.

Il MND ha aggiunto che l'esercito cinese stava probabilmente "simulando un attacco all'isola principale di Taiwan".

La linea mediana dello Stretto di Taiwan fu tracciata nel 1955 dal generale dell'aeronautica statunitense Benjamin Davis. Non ha più alcun significato.

Il traffico marittimo intorno a Taiwan continua senza troppi problemi. I porti di Taiwan sono ancora accessibili. Le navi evitano le zone che la Cina aveva designato come aree bersaglio.


maggiore

maggiore

Alcune persone nell'agenzia di stampa di Taiwan CNA ora riconoscono come sarebbe un vero conflitto con la Cina (traduzione automatica):

Gli esperti hanno sottolineato che le esercitazioni militari su larga scala senza precedenti della Cina intorno a Taiwan ora danno un'idea di come l'esercito comunista bloccherà l'isola di Taiwan se lancia una guerra contro Taiwan in futuro, e smaschererà anche l'esercito cinese.

Dopo che Pelosi ha lasciato Taiwan, l'esercito comunista ha emesso un altro avvertimento di navigazione e le munizioni vere [saranno] sparate nel Mar Giallo per 10 giorni consecutivi
...
Questa è la prima volta che un'esercitazione militare cinese si avvicina così tanto a Taiwan, con alcune esercitazioni che operano a meno di 20 chilometri dalla costa di Taiwan.

Senza precedenti è anche il fatto che la posizione dell'esercitazione da parte dell'esercito comunista includa il mare e lo spazio aereo ad est di Taiwan. Questa è un'area di importanza strategica per le truppe taiwanesi per ricevere rifornimenti e per eventuali rinforzi statunitensi.

Il mondo esterno ha a lungo ipotizzato che una delle strategie preferite dalla Cina per attaccare Taiwan sia un blocco.

Questa azione di accerchiamento è per impedire a navi e aerei commerciali e militari di entrare o uscire da Taiwan, nonché per impedire l'avanzata di Taiwan da parte delle truppe statunitensi di stanza nella regione. Song Zhongping, un analista militare cinese indipendente, ha detto che l'esercito cinese "ovviamente ha tutte le capacità militari per far rispettare un tale blocco"..

La Cina ha infatti la capacità di bloccare completamente Taiwan. Poiché l'intera area è anche coperta dai missili balistici terrestri della Cina e alla portata della sua aviazione, un blocco è facile da stabilire e difficile da violare.

L'esercito cinese non è più la forza armata poco professionale che alcuni pensano ancora che sia:

Secondo l'agenzia di stampa Xinhua, l'esercito cinese ha inviato più di 100 aerei militari e più di 10 fregate e cacciatorpediniere nell'esercitazione, tra cui il caccia stealth J-20 e il cacciatorpediniere Type 055, che sono armi all'avanguardia dell'aeronautica e della marina cinesi, rispettivamente.

Inoltre, attraverso l'esercitazione, il PLA può testare e rafforzare le capacità di combattimento coordinate delle truppe partecipanti di vari servizi e armi, tra cui truppe terrestri, marittime, aeree e missilistiche, nonché capacità di supporto strategico responsabili della guerra informatica.

Inoltre, l'esercitazione ha anche posto un importante test al Comando del Teatro Orientale istituito dal Partito Comunista Cinese nel 2016. Questo teatro è responsabile delle operazioni militari in tutti i mari orientali della Cina, e quindi copre Taiwan.

John Blaxland, professore di sicurezza internazionale presso l'Australian National University, ha detto ai giornalisti che ciò che la Cina aveva mostrato finora era un "grande esercito".

"Non possono essere liquidati come una sorta di esercito meno esperto e sottodimensionato, sono chiaramente in grado di coordinare le operazioni terrestri e marittime, e in grado di utilizzare sistemi missilistici ed essere efficaci", ha detto.

Braxland ha detto che le esercitazioni militari cinesi hanno mostrato a Taiwan, agli Stati Uniti e al Giappone che la Cina "ha le condizioni per compiere le azioni che hanno minacciato di intraprendere".

Barxland non è l'unico esperto "occidentale" che è impressionato da questa dimostrazione di forza ben coordinata.

Se si confronta una potenziale guerra su Taiwan con l'attuale guerra per procura NATO-Russia in Ucraina si possono vedere i problemi degli Stati Uniti. Gli Stati Uniti probabilmente vorrebbero evitare un conflitto diretto su Taiwan con una Cina dotata di armi nucleari, proprio come evitano uno con la Russia in Ucraina. Questo è il motivo per cui Biden è in contrasto con i legislatori che vogliono attuare un folle Taiwan Policy Act che impegnerebbe gli Stati Uniti nella difesa delle isole.

Gli Stati Uniti preferirebbero aiutare Taiwan con altri mezzi. Ma come?

Un blocco aereo e marittimo colpirebbe duramente Taiwan. Circa il 40% della sua elettricità è generata da gas naturale che deve importareUn'altra grande parte è prodotta con carbone che anche Taiwan importa. Lo stesso vale per i prodotti petroliferi. Prima che Pelosi sbarcasse a Taipei, le riserve di gas sull'isola erano sufficienti per soli 11 giorniIl carbone e il petrolio sono più facili da immagazzinare, ma si esaurirebbero comunque prima che un blocco possa essere revocato.

Poi c'è il cibo:

Nel 2018, il tasso di autosufficienza alimentare di Taiwan è solo del 35%. Inoltre, la produzione effettiva di terreni agricoli a Taiwan è di circa 520.000 ettari, che è lontana dall'obiettivo di 740.000-810.000 ettari prescritto dal Ministero degli Interni. Come nazione insulare, l'approvvigionamento alimentare dipende dal commercio internazionale ed è considerato pericoloso.

Un blocco totale di Taiwan probabilmente la metterebbe in ginocchio nel giro di poche settimane o mesi. Tempo che potrebbe essere usato per sconfiggere la sua forza aerea, le difese aeree e i missili e prevenire attacchi da Taiwan alle risorse continentali della Cina. La Cina non deve invadere l'isola. Deve solo aspettare fino a quando non viene invitato a entrare.

In risposta a un blocco cinese di Taiwan, gli Stati Uniti probabilmente dichiarerebbero un blocco della Cina dalle importazioni di energia, cioè petrolio e GPL. Potrebbe farlo rispettare impedendo alle navi cinesi di passare attraverso la malacca Street e altri colli di bottiglia marittimi. (Il secondo grande gasdotto che la Russia sta attualmente costruendo verso la Cina è una delle contropartita a questa minaccia.)

In caso di blocco e contro-blocco la domanda diventa chi potrebbe resistere più a lungo. Qui la Cina ha il vantaggio di maggiori riserve. Gli Stati Uniti avrebbero anche solo pochi alleati in un tale conflitto. La Cina, come la Russia è ora, sarebbe ancora in regola con il resto del mondo. Ciò consentirebbe di mitigare la maggior parte delle conseguenze.

Andrei Martyanov sembra pensare che la flotta sottomarina statunitense tecnologicamente superiore potrebbe sconfiggere la marina cinese nel Mar Cinese Meridionale. Dubito che sia ancora così. E' anche del tutto irrilevante. I sottomarini non possono rimuovere i blocchi che sono imposti da missili terrestri e da una forza aerea che vola sotto la copertura protettiva della difesa aerea della Cina continentale.

Oltre alle manovre la Cina ha preso contromisure politiche contro gli Stati Uniti.:

Il ministero degli Esteri cinese venerdì ha annunciato le seguenti contromisure in risposta:
1. Cancellazione Cina-Stati Uniti I comandanti del teatro parlano.
2. Cancellazione Cina-Stati Uniti Colloqui di coordinamento della politica di difesa (DPCT).
3. Cancellazione Cina-Stati Uniti Riunioni dell'accordo consultivo marittimo militare (MMCA).
4. Sospensione di Cina-Stati Uniti cooperazione in materia di rimpatrio degli immigrati clandestini.
5. Sospensione Cina-Stati Uniti cooperazione in materia di assistenza giudiziaria in materia penale.
6. Sospensione di Cina-Stati Uniti cooperazione contro i reati transnazionali.
7. Sospensione di Cina-Stati Uniti cooperazione antidroga.
8. Sospensione di Cina-Stati Uniti colloqui sui cambiamenti climatici

Le chiamate dei capi del Pentagono alla Cina ora rimangono senza risposta.

Gli Stati Uniti vogliono provocare ulteriormente la Cina con un altro passaggio di navi da guerra attraverso lo Stretto di Taiwan. Ma la comprensione legale della Cina è che un passaggio militare non invitato attraverso la sua zona economica non è permesso. Gli Stati Uniti fanno la stessa affermazione quando si tratta della propria zona economica.

Poiché la Cina ha interrotto tutte le comunicazioni militari con gli Stati Uniti, il rischio di un passaggio è ora molto più alto. Non ci si dovrebbe stupire quando la Cina reagisce ad esso.

Pubblicato da b il 6 agosto 2022 alle 16:37 UTC | Permalink ·

https://www.moonofalabama.org/2022/08/reaction-to-pelosis-visit-reveals-chinas-plans-for-a-taiwan-conflict.html#more

Nessun commento:

Posta un commento