L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 5 agosto 2022

MA senza il Ponte sullo Stretto diventa inutile potenziare il porto di Augusta

porti
Porti della Sicilia Orientale: via alla realizzazione di un terzo ponte tra l’isola di Augusta e la terraferma


giovedì 4 agosto 2022

Con l’obiettivo di realizzare un terzo ponte che colleghi l’isola di Augusta alla terraferma è stato sottoscritto un Accordo di Programma fra l’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale, lo Stato Maggiore della Marina tramite il Comando Marittimo Sicilia, la Direzione dei Lavori e del Demanio del Segretariato Generale della Difesa e il Comune di Augusta.

Si tratta di un’opera infrastrutturale essenziale – spiega l’AdSP – per garantire il raccordo logistico degli impianti portuali civili e militari che ospitano, tra gli altri, anche i servizi tecniconautici di supporto ed essenziali per lo svolgimento delle attività portuali nel Porto di Augusta.

Tutti gli oneri necessari per la realizzazione della terza via di collegamento, relativi alle attività tecniche-amministrative, all’esecuzione e al collaudo, sono a carico dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Orientale e finanziate con fondi reperiti nell’ambito della programmazione del PNRR.
Tavolo tecnico per il rispetto del cronoprogramma

Il costo stimato dell’opera è di circa 21 milioni di euro. L’opera verrà completata entro la fine della prima metà del 2026, così come previsto per le opere infrastrutturali finanziate nell’ambito del PNRR.

Ai fini dell’implementazione dell’accordo, e in particolare per agevolare la condivisione del percorso tecnico-amministrativo e accelerarne gli adempimenti è stato costituito un Tavolo tecnico composto da rappresentati delle Parti e presieduto da un rappresentante dell’AdSP.

Nessun commento:

Posta un commento