L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 25 settembre 2022

Gli "esperti" che gestiscono la Federal Reserve sanno che se aumenteranno drasticamente i tassi di interesse farà perdere il lavoro a innumerevoli lavoratori americani e schiaccerà completamente il mercato immobiliare. Ed esportano RECESSIONE nel resto dell'Occidente

"Sono impazziti completamente?" Sanno che stanno uccidendo l'economia, ma lo stanno facendo comunque

foto di Tyler Durden
DI TYLER DURDEN
SABATO 24 SETTEMBRE 2022 - 15:10

Scritto da Michael Snyder tramite The Economic Collapse Blog ,

Sanno esattamente cosa stanno facendo.   Gli "esperti" che gestiscono la Federal Reserve sanno che se aumenteranno drasticamente i tassi di interesse farà perdere il lavoro a innumerevoli lavoratori americani e schiaccerà completamente il mercato immobiliare. E anche se queste due cose stanno già iniziando ad accadere, hanno appena annunciato un altro massiccio aumento dei tassi. Se ci fosse una scuola per i banchieri centrali, una delle primissime cose che ti insegnerebbero è che non dovresti mai alzare i tassi poiché un'economia sta precipitando in una recessione.  Ogni funzionario della Fed sa cosa è successo in passato quando i tassi sono stati aumentati all'inizio di un rallentamento economico, ma lo stanno facendo comunque. Definire questo "malcostume economico" sarebbe un eufemismo e il popolo americano dovrebbe essere profondamente allarmato per quello che ci sta facendo.

Dopo tutto quello che è già successo, è difficile credere che i funzionari della Fed continueranno a essere così sconsiderati. Mercoledì è stato annunciato che i tassi sarebbero stati aumentati di altri 75 punti base ...

Mercoledì la Federal Reserve ha alzato il tasso di interesse di riferimento di 75 punti base per il terzo mese consecutivo mentre lotta per tenere sotto controllo l'inflazione bollente, una mossa che minaccia di rallentare la crescita economica degli Stati Uniti e di esacerbare il dolore finanziario per milioni di famiglie e imprese .

Gli aumenti di tre quarti dei punti percentuali di giugno, luglio e settembre – la serie di aumenti più aggressiva dal 1994 – sottolineano quanto siano seri i funzionari della Fed nell'affrontare la crisi dell'inflazione dopo una serie di allarmanti rapporti economici. I politici hanno votato all'unanimità per approvare l'ultimo aumento di grandi dimensioni.

È stato un voto unanime.

Non c'era nemmeno una voce dissenziente.

Sono impazziti completamente?

A Wall Street di certo non è piaciuta questa decisione. Il Dow ha perso centinaia di punti subito dopo l'annuncio...

Il Dow Jones Industrial Average è scivolato di 522,45 punti, o dell'1,7%, per chiudere a 30.183,78. L'S&P 500 ha perso l'1,71% a 3.789,93 e il Nasdaq Composite l'1,79% a 11.220,19.

L'S&P ha chiuso la sessione di mercoledì in ribasso di oltre il 10% nell'ultimo mese e del 21% rispetto al suo massimo di 52 settimane. Anche prima della decisione sui tassi, le azioni stavano scontando un'aggressiva campagna di inasprimento da parte della Fed che avrebbe potuto far precipitare l'economia in una recessione.

Per anni la Fed ha coccolato i mercati finanziari, ma ora è quasi come se non gli importasse più.

Personalmente, sono molto più preoccupato per ciò che accadrà ai normali americani che lavorano sodo nei prossimi mesi. Anche  Jerome Powell  ammette che "un aumento della disoccupazione" è probabile a causa di ciò che sta facendo la Fed...

"Penso che ci sia una probabilità molto alta che avremo un periodo di... crescita molto più bassa e potrebbe dar luogo a un aumento della disoccupazione", ha affermato.

Ciò significherà una recessione?

"Nessuno sa se quel processo porterà a una recessione o quanto sarà significativa una recessione", ha affermato Powell. "Non conosco le probabilità."

In realtà, siamo in recessione in questo momento.

E Powell e i suoi tirapiedi hanno solo peggiorato le cose.

Anche i democratici lo capiscono. Dopo l'annuncio dell'aumento dei tassi, la senatrice Elizabeth Warren è andata su Twitter e ha avvertito che "milioni di americani" potrebbero presto perdere il lavoro...

Il presidente della @federalreserve Powell ha appena annunciato un altro aumento estremo dei tassi di interesse mentre prevedeva un aumento della disoccupazione. Ho avvertito che la Fed del presidente Powell avrebbe messo senza lavoro milioni di americani e temo che sia già sulla buona strada per farlo.

Questa è una delle rare occasioni in cui Elizabeth Warren va a segno.

Come ho documentato sul mio sito Web per settimane, un gran numero di americani è già stato licenziato.

In effetti, le cose vanno già così male che anche Facebook sta tagliando i propri numeri ...

Con il rallentamento della crescita e l'intensificarsi della concorrenza, il capogruppo di Facebook Meta ha iniziato a tagliare silenziosamente il personale riorganizzando i dipartimenti, offrendo al contempo ai dipendenti "riorganizzati" una finestra ristretta per candidarsi per altri ruoli all'interno dell'azienda, secondo il Wall Street Journal, citando dirigenti attuali ed ex familiari con la materia.

Mescolando le persone in giro, l'azienda ottiene tagli al personale "prevenendo l'emissione di massa di tagliandi rosa".

Allora perché la Fed dovrebbe scegliere di aumentare i tassi quando i licenziamenti stanno già iniziando a salire?

Tassi più alti hanno anche un impatto devastante sul mercato immobiliare.

Questa settimana abbiamo appreso che le vendite di case esistenti sono diminuite per sette mesi consecutivi ...

Le vendite di case sono diminuite per il settimo mese consecutivo ad agosto, poiché i tassi ipotecari più elevati e i prezzi ostinatamente alti hanno spinto i potenziali acquirenti fuori dal mercato.

Le vendite di case esistenti - che includono case unifamiliari, villette a schiera, condomini e cooperative - sono diminuite del 19,9% rispetto a un anno fa e dello 0,4% rispetto a luglio, secondo un rapporto della National Association of Realtors.

Qualcuno dovrebbe iniziare a mettere gli adesivi "Jerome Powell ha fatto questo" su insegne in vendita in tutta la nazione.

Perché questo non doveva succedere.

Ora il mercato immobiliare è già in una "profonda recessione" e la Fed continua a peggiorare ulteriormente le cose...

La prolungata flessione della fiducia mostra che il mercato immobiliare è stato "in flessione per tutto l'anno", secondo Ian Shepherdson, capo economista di Pantheon Macroeconomics.

"L'attività tiene traccia delle domande di mutuo con un ritardo e i numeri di inizio settembre sono cupi, anche prima che il pieno colpo del rimbalzo dei tassi ipotecari delle ultime settimane si risolva", ha detto Shepherdson in una nota ai clienti lunedì.

"In breve, il mercato immobiliare è in una profonda recessione, che sta già martellando i costruttori di case e presto deprimerà le vendite al dettaglio legate alle abitazioni", ha aggiunto.

La Fed sembra determinata a uccidere l'economia.

Ma perché?

Perché dovrebbero farlo?

Un analista appena citato  da Fox Business  avverte che "i tempi diventeranno più difficili da qui"...

"Con le nuove proiezioni sui tassi, la Fed sta progettando un atterraggio duro: un atterraggio morbido è quasi fuori questione", ha affermato Seema Shah, capo stratega globale dei principali investitori globali. “L'ammissione di Powell che ci sarà una crescita al di sotto del trend per un periodo dovrebbe essere tradotta come la banca centrale parla per 'recessione'. I tempi diventeranno più difficili da qui".

Sì, i tempi diventeranno sicuramente più difficili da qui.

In effetti, alla fine siamo diretti verso un tracollo di proporzioni epiche .

Ma invece di lavorare per prevenire una crisi storica, la Federal Reserve ne sta effettivamente incoraggiando una.

Il popolo americano merita delle risposte, perché c'è qualcosa in tutto questo che puzza davvero.

https://www.zerohedge.com/economics/have-they-gone-completely-mad-they-know-they-are-killing-economy-they-are-doing-it-anyway?utm_source=&utm_medium=email&utm_campaign=940

Nessun commento:

Posta un commento