L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 26 settembre 2022

Gli Stati Uniti è l'unico paese al mondo che ha usato le bombe atomiche, senza chiedere niente a nessuno, su due citta inerme, Nagasaki e Hiroshima

Domenica 25 settembre 2022 - 18:01
Gli Usa avvertono la Russia: se usate l’atomica reagiremo in modo deciso
Sullivan: lo abbiamo comunicato al Cremlino


Roma, 25 set. (askanews) – Gli Stati Uniti e i loro alleati agiranno in modo “decisivo” se la Russia utilizzerà un’arma nucleare tattica in Ucraina. Lo ha affermato oggi il consigliere per la sicurezza nazionale Jake Sullivan, riaffermando la precedente risposta del presidente Joe Biden alle crescenti preoccupazioni sul fatto che Vladimir Putin possa mettere in pratica le sue minacce.

“Abbiamo comunicato direttamente, privatamente e ad altissimi livelli al Cremlino che qualsiasi uso di armi nucleari avrà conseguenze catastrofiche per la Russia, che gli Stati Uniti e i nostri alleati risponderanno in modo decisivo e siamo stati chiari e specifici su ciò che comporterà”, ha detto Sullivan a Cbs.

Sullivan ha affermato che il presidente russo, Vladimir Putin, ha “sventolato l’opzione nucleare in vari momenti di questo conflitto”, ed è una questione che l’amministrazione di Biden deve “prendere sul serio perché è una questione di assoluta serietà – il possibile uso di armi nucleari per la prima volta dalla seconda guerra mondiale”.

Ihr/Int13



Nessun commento:

Posta un commento