L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 22 settembre 2022

La Fed vuole vincere anche questa mano - L'atterraggio sarà duro perché i tassi d'interessi presenti e programmati vogliono essere duri affinché gli Stati Uniti ottengano migliori risultati e in tempi veloci. L'Inflazione fatta crescere ad arte è la giustificazione ma gli aumenti dei tassi veloci e di tale quantità è per sbaragliare l'economie che usano il dollaro come principale valuta di riserva

I mercati dei pugni di Putin e Powell; L'oro salta, l'inversione della curva dei rendimenti si avvicina ai minimi di Volcker

DI TYLER DURDEN
GIOVEDÌ 22 SETTEMBRE 2022 - 07:01

Wooosh... Il caos totale tra i mercati mentre l'escalation della retorica sulla guerra globale di Putin e il lancio della bomba nucleare di Powell con tassi "più alti per più a lungo" si sono scontrati in un posizionamento estremo, gamma negativa e bassa liquidità


Prima di arrivare all'evento principale, notiamo che durante le audizioni del Congresso questa mattina, il CEO di JPMorgan ha offerto un controllo di realtà per i responsabili politici e i pollyanna:

"... c'è una piccola possibilità di un atterraggio morbido , e poi c'è anche una possibilità che ci sia una lieve recessione. C'è una possibilità che possa andare molto peggio vista la guerra in Ucraina e tutte le altre incertezze politiche globali. Dice che tutti dovrebbero prepararsi per tutte queste possibilità".

" Molti americani stanno soffrendo e la fiducia dei consumatori continua a diminuire".

"Non credo che tu possa spendere 6 trilioni di dollari e non aspettarti inflazione"

La Fed è salita di 75 punti base (come previsto) ma ha drasticamente spostato le sue aspettative sulla traiettoria dei tassi in una direzione da falco...


La conferenza stampa di Powell ha offerto qualche speranza per i rialzisti (dipendenti dai dati), ma ha messo in guardia "il record storico mette in guardia contro tagli prematuri dei tassi" e ha ammesso che è "molto probabile che ci sarà un ammorbidimento nel mercato del lavoro".

Il senatore Warren è saltato avanti così velocemente:

Per buona forma e per offrire qualche speranza agli algoritmi, Powell ha ribadito che la Fed "potrebbe rallentare il ritmo degli aumenti ad un certo punto per valutare gli effetti", ma come promemoria, il diagramma a punti ti dice quali sono le previsioni dei membri della Fed e non vedono alcun "allentamento" a breve.

Infine, Jane Edmondson, CEO di EQM Capital ha riassunto la situazione precaria:

“L'aumento di 75 pb di oggi è stato ovviamente in linea con le aspettative. Ma ecco cosa preoccupa me e gli altri -

1) Il QT della Fed è iniziato a settembre.

2) C'è un effetto di ritardo di questi rialzi dei tassi, che non è stato ancora completamente digerito dall'economia.

3) La preoccupazione che la Fed stia sovrasterzando (così lo chiama Gundlach) e ci porterà alla recessione.

E mi chiedo se questi aumenti dei tassi possano anche controllare l'inflazione (NO)

L'alloggio è l'esempio perfetto. Uno dei maggiori incrementi dell'IPC ad agosto è stato quello delle abitazioni, che ovviamente è stato guidato da tassi di interesse più elevati.

Non ho molta fiducia che le azioni della Fed saranno la cura per l'inflazione. Forse il 4-5% di inflazione è la nuova normalità. E questo andrebbe bene a breve termine. "

Come ha ammesso Powell "non c'è un modo indolore per avere l'inflazione dietro di noi".

Allora, dove è finito il mercato azionario oggi (ricordate storicamente il "giorno di" è stato offerto e il "giorno dopo" è stato offerto)? Gli algoritmi ce l'hanno fatta dopo i commenti di "pausa" di Powell, ma poi ha rubato la marmellata dalla ciambella del mercato alla fine della pressa ammettendo che "il mercato immobiliare potrebbe dover subire una correzione".

Tutte le major hanno chiuso ai minimi di giornata...


L'S&P 500 è tornato al di sotto di 3800, il minimo dal 14/7...


Tentativi di compressione corta sono stati fatti all'inizio di Powell's Presser... ma sono falliti (per il 4° giorno consecutivo)...

Fonte: Bloomberg

I titoli delle banche sono stati presi a pugni dopo che Powell ha ammesso che stava arrivando una correzione immobiliare (e non sono stati aiutati dall'inversione della curva dei rendimenti)...

Fonte: Bloomberg

I mercati obbligazionari sono stati altrettanto nervosi con rendimenti che volavano ovunque, ma si sono stabilizzati con un importante appiattimento della curva poiché i rendimenti a 2 anni sono aumentati di 7 punti base e quelli a 30 anni sono scesi di 8 punti base...

Fonte: Bloomberg

Un drammatico appiattimento della curva dei rendimenti...

Fonte: Bloomberg

La curva dei rendimenti tedesca 5s30s è crollata a quella più invertita di sempre.

Fonte: Bloomberg

La curva dei rendimenti UST 2s30s è crollata al valore più invertito dal 2000

Fonte: Bloomberg

La curva 2s10s ha toccato i -52bps intraday, molto vicino alla sua più invertita dal 1982 (durante Volcker)...

Fonte: Bloomberg

I rendimenti a 2 anni hanno superato il 4,00% per la prima volta da ottobre 2007 (toccando il massimo intraday del 4,11% prima di svanire)...

Fonte: Bloomberg

Il dollaro ha avuto un altro grande giorno di rally, dopo un'offerta di fuga verso la sicurezza di Putin. La performance post-FOMC è finita in rialzo, ma è stata molto instabile...

Fonte: Bloomberg

L'euro è precipitato ulteriormente al di sotto della parità con il dollaro dopo i commenti di Putin... ed è andato oltre Powell...

Fonte: Bloomberg

Bitcoin ha chiuso la giornata invariato, tenendo quota 19.000$ dopo alcuni strappi e cali violenti intraday...

Fonte: Bloomberg

Il petrolio ha concluso la giornata praticamente invariato poiché il premio di guerra globale di Putin è stato cancellato dai timori di lotta all'inflazione ...


L'oro è salito di nuovo vicino a $ 1700, cancellando il calo post-CPI...


Infine, la Fed ha continuato ad adeguare rapidamente al rialzo le aspettative sui tassi (terminali) per il 2023...


E il mercato ora sta valutando a 75 pb per novembre, 50 pb per dicembre e 25 pb per febbraio 2023... spingendo il tasso terminale al di sopra del 4,60% (e facendo anche aumentare le aspettative di taglio dei tassi)...

Fonte: Bloomberg

In poche parole, il mercato sta chiamando il bluff della Fed nel 2023 , scontando i tagli dei tassi (dopo che la Fed ha innescato una recessione), mentre la Fed si aspetta ancora che i tassi rimarranno più alti più a lungo...

Fonte: Bloomberg

Vi lasciamo con questa ripresa di Derek Tang, economista di LH Mayer a Washington:

“Questo dovrebbe inviare il messaggio, intendiamo sul serio questa volta, non stiamo scherzando o prendendo in giro o scherzando questa volta. L'errore fino ad ora è stato quello di camminare sui gusci d'uovo per paura di una recessione. Le previsioni di disoccupazione più elevate sono un giusto avvertimento che infliggeranno dolore e questo è appena iniziato".

Ricorda solo il mantra dell'ultimo decennio: non combattere la Fed. Fate le vostre puntate.

Nessun commento:

Posta un commento