L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 10 ottobre 2022

Eurasia al lavoro per aumentare il benessere dei propri popoli


09 OTT 2022 
L’IRAN PREVEDE DI COLLEGARE LA SUA RETE ELETTRICA CON LA RUSSIA ATTRAVERSO IL CASPIO
Inserito alle 20:29h in Iran Russia Alleanze da Redazione 

L’Iran sta lavorando a un progetto per collegare la sua rete elettrica a quella della Russia e di altri paesi del blocco di Shanghai attraverso il Mar Caspio.

In un’intervista esclusiva concessa questa domenica all’agenzia di stampa statale IRNA , il consigliere del ministro dell’Energia iraniano per gli affari internazionali, Mohamad Ali Farahnakian, ha spiegato che si stanno compiendo sforzi per collegare la rete nazionale del Paese alla Russia e ad altri stati membri dello Shanghai Organizzazione per la cooperazione (SCO) attraverso una linea di trasmissione che passa attraverso il Turkmenistan nel Mar Caspio orientale.

L’alto funzionario iraniano ha affermato che questa nuova linea è stata concordata al Secondo Caspian Economic Forum tenutosi a Mosca (capitale russa) dal 5 al 6 ottobre, dove il primo vicepresidente iraniano, Mohamad Mojber, ha proposto di creare una zona di libero scambio tra i nazioni sulle rive di questo mare

 .

Perché il piano possa essere attuato, è solo necessario realizzare la terza linea di trasmissione tra Iran e Turkmenistan perché le prime due sono già state messe in funzione, ha precisato.
Secondo l’alto funzionario persiano, l’Iran ha completato la costruzione della linea verso il confine comune e non appena il Turkmenistan avrà completato la sua parte, la capacità di trasmissione di energia sarà aumentata del 200 per cento.

Con l’avvio del progetto, l’Iran potrà così esportare la sua elettricità dalla costa orientale del Mar Caspio, ha affermato Farahnakian, concludendo che l’Iran sta tenendo consultazioni per consentire la connessione della sua rete nazionale a quelle del membro SCO stati attraverso il Turkmenistan e il Tagikistan.

Raisi sottolinea la volontà dell’Iran di collaborare con le SCO in vari settori
La Repubblica Islamica assicura che una delle sue politiche è quella di trasformare il Paese nell’epicentro energetico della regione, sfruttando la sua posizione strategica per fornire energia sia in estate ai caldi paesi limitrofi del sud che in inverno ai paesi più freddi del il Nord.

Fonte : Hispantv

traduzione: Luciano Lago

Nessun commento:

Posta un commento