L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 4 ottobre 2022

La Banca d'Inghilterra è stata la prima a scoppiare, lo farà anche la FED ma prima ci regalerà RECESSIONE e poi si avvierà sulla strada del clic per creare dollari. Ma è arrivata la guerra igiene del mondo che tutto riequilibra

Peter Schiff: La Banca d'Inghilterra suona la madre di tutte le campane

DI TYLER DURDEN
LUNEDÌ 03 OTTOBRE 2022 - 18:25


La scorsa settimana, la Banca d'Inghilterra è improvvisamente cambiata.


Ha rinunciato alla sua lotta all'inflazione per salvare i suoi fondi pensione e il mercato obbligazionario. Cosa è successo esattamente? E cosa ci dice sulla lotta all'inflazione della Federal Reserve? Peter Schiff ha spiegato tutto nel suo podcast.

C'è una vecchia espressione - "Nessuno suona un campanello" - il che significa che non c'è alcun avviso quando c'è un massimo o un minimo importante nei mercati. Ma Peter ha detto che spesso c'è una campana ma nessuno la sente. La scorsa settimana, Peter ha detto che abbiamo la "madre di tutte le campane".

È stato letteralmente il Big Ben a suonare perché la campana era in Inghilterra... La Banca d'Inghilterra è stata la prima grande banca centrale a battere ciglio in questo gioco globale del pollo. "

La scorsa settimana, la Banca d'Inghilterra ha fatto un perno ed è tornata al quantitative easing .

Peter definì questo sviluppo "molto significativo". Perché fino all'annuncio, il governatore della Banca d'Inghilterra Andrew Bailey era falco quanto Jerome Powell. La Banca d'Inghilterra ha alzato i tassi di interesse dallo 0,1% dello scorso dicembre a circa il 2,25%, compreso un aumento del tasso di 50 punti base ad agosto. È stato il più grande aumento dei tassi della BoE in 27 anni.

Stava parlando duramente di quanto fosse risoluta la Banca d'Inghilterra nel combattere l'inflazione. Hanno l'inflazione più alta d'Europa. È molto al di sopra del loro obiettivo del 2%. È un numero a due cifre. È superiore al 10%".

Bailey ha anche detto che era impegnato a ridurre l'inflazione a qualunque costo e ha detto che era disposto a sopportare un po' di dolore, proprio come Jerome Powell .

Bene, è stato tutto un bluff perché abbiamo avuto un po' di dolore durante la notte e Bailey ha foldato come un vestito scadente. E invece di un inasprimento quantitativo, sono tornati al quantitative easing. Gli aumenti dei tassi sono probabilmente permanentemente sospesi perché la Banca d'Inghilterra ha rifiutato di consentire che una potenziale crisi si sviluppasse a causa dell'aumento dei tassi di interesse".

La crisi si è manifestata nel sistema pensionistico del Regno Unito con il crollo dei prezzi delle obbligazioni. La CNBC ha riassunto il problema .

Per aumentare la garanzia su queste obbligazioni, alcuni fondi hanno dovuto raccogliere liquidità. Ma a causa della velocità di questa crisi, molti fondi sono stati colti di sorpresa e sono stati costretti a liquidare le loro attività più liquide successive, obbligazioni a lungo termine o gilt, provocando un calo ancora maggiore dei prezzi delle obbligazioni".

Al fine di stabilizzare i prezzi delle obbligazioni, la BoE è intervenuta per acquistare obbligazioni a lungo termine, creando una domanda artificiale e sostenendo i prezzi.

Questo problema pensionistico non è esclusivo del Regno Unito. I sistemi pensionistici in tutto il mondo devono affrontare lo stesso problema, compresi gli Stati Uniti.

Quando i tassi di interesse scendono a zero, le partecipazioni obbligazionarie nei fondi pensione non generano altrettanto reddito da interessi. Le pensioni hanno bisogno di questo reddito per pagare i benefici. Quindi, al fine di aumentare i propri redditi, i fondi pensione prendono in prestito denaro a bassi tassi di interesse per acquistare nuove obbligazioni a lungo termine utilizzando le obbligazioni esistenti come garanzia. Compensano i rendimenti più bassi detenendo più obbligazioni.

Ma quando i tassi di interesse aumentano, il valore del loro portafoglio obbligazionario crolla anche se l'interesse sul loro debito aumenta.

Tutti i fondi pensione che avevano preso in prestito allo scoperto per acquistare obbligazioni a lungo termine stavano andando a pezzi perché il valore delle obbligazioni che possedevano stava crollando e il costo del servizio del debito era alle stelle, ed erano in una posizione in cui avrebbero ottenuto richieste di margine. Quelle richieste di margine avrebbero costretto un mercato obbligazionario già al collasso a scendere ancora di più e ciò avrebbe causato il caos in tutto il Regno Unito".

In parole povere, invece di aumentare i contributi pensionistici o tagliare i benefici pensionistici per far fronte alle loro carenze, i gestori delle pensioni hanno preso la via d'uscita facile ma sconsiderata e hanno preso in prestito denaro.

Inoltre, il neoeletto primo ministro britannico ha premiato gli elettori con un forte taglio delle tasse che ha gettato ancora più benzina sul fuoco inflazionistico.

La Gran Bretagna stava osservando un potenziale crollo del mercato obbligazionario e la Banca d'Inghilterra è intervenuta per salvare la situazione.

La Banca d'Inghilterra ha chiuso. Hanno ruotato. Hanno deciso di lanciare un nuovo programma di QE. Ricorda, ieri, si sono impegnati per un inasprimento quantitativo. Ora hanno detto che compreranno tutto ciò che serve. Si sono impegnati in un altro QE infinito per sostenere il mercato obbligazionario. Ora devono stampare sterline britanniche per acquistare queste scrofette. Quindi, invece di combattere l'inflazione, che ieri era il nemico pubblico numero uno – doveva essere abbattuta ad ogni costo – ora, all'improvviso, quando vedi il costo, beh, dimenticalo. Ora creeremo inflazione".

I banchieri centrali inglesi affermano che questa non è una decisione di politica monetaria. È stata una mossa per evitare una crisi. Ma come ha detto Peter, è sicuramente una decisione di politica monetaria.

Questa è l'unica politica che fanno: la politica monetaria. La decisione di lanciare il QE è la politica monetaria. Non mi interessa cosa vuoi fingere. Ecco cos'è".

La BoE ha anche affermato che vuole solo mantenere un mercato ordinato.

Bene, non puoi combattere l'inflazione e mantenere un mercato ordinato perché i mercati sono stati sostenuti dall'inflazione. Quindi, se hai intenzione di combattere l'inflazione, faresti meglio a prepararti a un mercato disordinato. E fino a ieri, la Banca d'Inghilterra stava bluffando dicendo che lo erano. Ma ora che il loro bluff è stato chiamato, hanno dovuto mostrare le loro carte e non hanno nulla in mano. E così, l'inflazione ha vinto".

Potresti pensare che questo non abbia nulla a che fare con te se stai leggendo questo negli Stati Uniti. Il problema è che anche la Federal Reserve sta bluffando . È solo questione di tempo prima che il loro bluff venga chiamato.

La Federal Reserve, di fronte alla stessa situazione, farà una scelta diversa rispetto alla Banca d'Inghilterra? La Federal Reserve ha più integrità? Questi ragazzi sono disposti a permettere una crisi finanziaria? Perché la stessa cosa accadrà qui. Abbiamo tutti i tipi di leva nei nostri mercati. Abbiamo una bolla del debito più grande di quella britannica. È solo che il giorno della resa dei conti per noi non arriverà così presto come è successo per loro perché il dollaro sta salendo".

Quando arriverà il giorno della resa dei conti, Peter ha detto che si aspetta che Jerome Powell prenda la stessa decisione di Andrew Bailey.

Non mi interessa quanto voglia abbaiare per essere duro con l'inflazione. Alla fine della giornata, non morderà. La Fed è una tigre di carta e si piegherà con la stessa rapidità della Banca d'Inghilterra quando si troverà ad affrontare una vera crisi".

Nessun commento:

Posta un commento