L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 18 ottobre 2022

Macron non sta bene

Parigi s’è desta

Una lettrice commenta:

Proteste di massa per le strade di Parigi a causa dell’aumento dei prezzi delle materie prime e del costo della vita.

L’esito principale delle manifestazioni è stato il dichiarare lo sciopero generale dei lavoratori per domani 18 ottobre.

Da domani la Francia sarà completamente paralizzata.

⬆️ Interessante notare che loro sia come stipendi che come situazione energetica sono messi molto ma molto meglio degli italiani.

Hanno stipendi più alti. Tasse più basse. Hanno le centrali nucleari tanto che noi italiani compriamo parte dell’energia elettrica da loro.

Eppure loro protestano massicciamente da giorni mettendo Parigi a ferro e fuoco.

In Italia? Zero… Ad esclusione di qualche sporadica manifestazione fatta da una decina di persone che di loro spontanea volontà hanno bruciato simbolicamente le bollette. O qualche imprenditore che si lamenta in tv.

Strade vuote. Zero manifestazioni.

Evidentemente il popolo italiano sa qualcosa che a noi comuni mortali sfugge…

Video Player
00:00
00:25

Nessun commento:

Posta un commento