L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 7 ottobre 2022

Pare che i farmaci sperimentali contro il covid abbiano fatto strage

Emorragie cerebrali da cambio di stagione
Maurizio Blondet 7 Ottobre 2022

Ecco i dati che il CDC (Center for Diseases Control) nascondeva e che è stato obbligato a mostrare : su 10.108.273 persone inoculate il 36% circa è risultato danneggiato più o meno gravemente e il 64% ha riportato problemi di salute. Criminali assassini!

Su 10.108.273 utenti registrati su V-Safe del CDC,

3.353.100 (33,4%) hanno avuto eventi avversi ai VACClNl

782.913 (7,8%) hanno richiesto cure mediche

1.225.867 inabili a normali attività

1.344.330 hanno perso scuola/lavoro https://icandecide.org/v-safe-data/

L’Aifa confessa: “I dati dei morti Covid sono falsati”

Clamorosa ammissione del direttore Magrini: “Nell’ultima settimana, nemmeno un morto per polmonite da Covid”

Udine, infarto durante la videoconferenza: muore 32enne davanti ai colleghi

di

L’allarme dalle persone collegate, che hanno dato l’allarme. Ma quando l’ambulanza e i vigili del fuoco sono arrivati, per l’uomo non c’era nulla da fare

Improvvisa malattia, morto Gian Piero Ventrone: Conte sconvolto

L’ex preparatore atletico, soprannominato il ‘Marine’, lavorava al Tottenham con Antonio Conte


Dodi Battaglia dei Pooh ha avuto un malore durante il concerto a Bologna: “Un dolore profondo che mi lascia incredulo”
ULTIM’ORA Alatri – Muore durante una passeggiata in montagna, recuperato dal Soccorso Alpino
L’HERPER ZOSTER (PER CUI È PREVISTO UN APPOSITO VACCINO)…

…diventa causa di ictus e infarto.

Oramai siamo alle piroette scientifiche: i danni collaterali da vaccino cvid, vengono spacciati come conseguenza del mancato vaccino per l’herpes zoster.

Io mi inchino di fronte a tanta creatività e fantasia.

L’elenco completo qui..


È notizia di pochi giorni fa, che al San Bortolo di Vicenza, la rianimazione è piena causa (primo posto nella scala dei ricoveri), emorragie cerebrali. Scrivono che non è il Covid (perché non possono di certo scrivere che la causa sono i vaccini), ed ovviamente la responsabilità di questa strage viene attribuita al cambio stagione.

Conclusione

I cambi di stagione sono sempre esistiti, e mai hanno causato danni. E mai (va evidenziato), si era utilizzata una strategia composta da un mare di fesserie per coprire la strana ondata di malesseri, malattie, malattie rare, morti improvvise. Sanno che in gran parte tutto ciò è dovuto e causato dal vaccino, sanno perfettamente che occorrono scuse (magari anche poco credibili), per cercare di coprire con tutte le forze la verità sui danni dei sieri al grafene.

Davide Zedda

EFFETTI COLLATERALI DI FARMACI E VACCINI SECONDO I DATI DELL’OMS. Vaccino contro la parotite: 711 in 50 anni; v contro la rosolia: 5827 in 54 anni; v contro il tetano: 15085 in 54 anni; v. contro il rotavirus: 68327 in 22 anni; v contro la poliomielite: 121988 in 54 anni; Ibuprofene: 166209 in 53 anni; Tylenol: 169359 in 54 anni; Aspirina: 184481 in 54 anni; v contro pneumococco: 234.783 in 42 anni; v contro l’influenza: 272202 in 54 anni; VACCINO CONTRO COVID: 2.457.386 EFFETTI AVVERSI IN MENO DI 2 ANNI. Trai la tua conclusione.

Nessun commento:

Posta un commento