L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 18 maggio 2014

Giappone in movimento, verso dove?

Gao Hucheng: il Giappone perderà delle opportunità di cooperazione economica con la Cina a causa questione dell'isola Diaoyu
  2014-05-18 18:14:01  cri
Il ministro del Commercio cinese, Gao Hucheng, ha reso noto in occasione del suo incontro il 17 maggio, a Qingdao, con il ministro dell'Economia giapponese, Toshimitsu Motegi, che le azioni errate del governo nipponico sulla questione dell'isola Diaoyu causeranno la perdita di opportunità di cooperazione in ambito economico-commerciale tra i due paesi.
Durante l'incontro con i ministri del Commercio dei paesi membri dell'APEC del 2014, Gao Hucheng ha indicato al suo omologo giapponese che, attualmente, le relazioni sino-giapponesi si trovano in una situazione difficile proprio a causa dell'errato comportamento giapponese sulla questione dell'isola Diaoyu. Il ministro del Commercio cinese ha aggiunto che questo causerà la perdita di opportunità di cooperazione tra i due paesi nel settore economico-commerciale, e influenzerà negativamente il normale sviluppo dei rapporti economici bilaterali, e che nonostante questo non corrisponda agli interessi delle due parti, la Cina non ha responsabilità in merito.
Gao Hucheng ha affermato che la Cina presta molta attenzione ai suoi rapporti economici con il Giappone, con cui intende continuare a stabilizzare, consolidare e sviluppare la collaborazione in campo economico e commerciale, e promuovere ulteriormente gli scambi di settore tra le imprese e gli enti locali dei due paesi, ampliando il commercio e gli investimenti.

http://italian.cri.cn/761/2014/05/18/122s214760.htm

Nessun commento:

Posta un commento