L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 17 maggio 2014

Israele ruba terre ed elimina comunità

MONDO | POLITICA -  16 MAG 2014 15:54

Israele, i coloni a +50% entro il 2019

TEL AVIV - Nei prossimi cinque anni il numero complessivo dei coloni ebrei in Cisgiordania èdestinato a crescere del 50%, passando da 400 a 550-600 mila. Questa la previsione espressa dal ministro dell'edilizia Uri Ariel (del partito nazionalista Focolare ebraico) secondo quanto aggiorna il sito web del giornale filo-governativo Israel ha-Yom.
A Gerusalemme est, nel 2019, la popolazione ebraica dovrebbe crescere con un ritmo analogo, raggiungendo la cifra complessiva di 300-350 mila israeliani.
Il ministro ha fatto queste dichiarazioni ieri, durante un sopralluogo nei cantieri edili di Gerusalemme est, assieme al sindaco Nir Barkat. I due hanno concordato che per raggiungere questi obiettivi sarà necessario ridurre i prezzi degli appartamenti.
16.05.2014 - 15:54
Red. Online

Nessun commento:

Posta un commento