L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 16 maggio 2014

Questi politici le pensano tutte per toglierci sempre più soldi

«UMBRIA: L'AUTOSTRADA NON LA FARETE!»

16 maggio. Il 5 aprile scorso davamo notizia della costituzione in Umbria del Coordinamento regionale contro la trafsormazione della E-45 in autostrada. Ad un mese e mezzo di distanza il Coordinamento ha già fatto molta strada. La raccolta di firme sta riscuotendo un grande successo, superando ogni più rosea aspettativa. Segnaliamo il sito del Coordinamento.
Informiamo i nostri lettori umbri che oggi si svolgerà una grande assemblea popolare Qui sotto il volantino diffuso.


"LA CATTIVA STRADA" 
assemblea popolare, 16 Maggio 2014

 



VENERDI' 16 MAGGIO ORE 17.00
PARK HOTEL – PONTE SAN GIOVANNI

ASSEMBLEA POPOLARE

Con 386 chilometri di lunghezza e 11 miliardi di costo, la trasformazione in autostrada della E45 Orte-Mestre è un mostro di dimensioni enormi il cui costo economico, ambientale e paesaggistico ricadrà sull'Umbria e i suoi cittadini. Non vogliamo pagare il pedaggio per spostarci all'interno della nostra regione. Non abbiamo bisogno di un'ulteriore grande opera ma di una E45 messa in sicurezza e di una rete ferroviaria moderna. Parliamone insieme.

INTRODUCE
Marcello Teti – Portavoce del Coordinamento Umbro No E45 autostrada

INTERVENGONO 

Mariano Sartore - Urbanista Docente di Pianificazione dei Trasporti
Infrastrutture, territorio (e crisi economica). Perché ripensare le politiche di sviluppo a partire dal caso dell'E45

Luca Trepiedi - Forum Nuova Mobilità Umbria
Impatto dell'opera sul sistema dei trasporti e mobilità locale

Stefano Lenzi – Responsabile ufficio legislativo WWF Italia
Il perverso meccanismo del financing project

Sono invitati i Sindaci e i candidati Sindaci dei comuni attraversati dalla E45

PARTECIPIAMO NUMEROSI

Per info noe45autostrada@gmail.com – 3392071977
COORDINAMENTO UMBRO - NO E45 AUTOSTRADA

Nessun commento:

Posta un commento