L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

domenica 13 luglio 2014

Salvini, infangare è uno degli strumenti per fare politica

Lombardia: Salvini, non ho aiutato mia compagna, all'Asl da 5 anni
17:43 10 LUG 2014
(AGI) - Milano, 10 lug. - Dal suo profilo Facebook Matteo Salvini si scaglia contro il 'Fatto Quotidiano' che ha pubblicato un articolo nel quale denuncia la presunta assunzione in Regione Lombardia della compagna del segretario della Lega Nord. "Quei poveretti del 'Fatto Quotidiano', non potendomi attaccare su altro, se la prendono con la mia compagna perche' 'lavora in Regione'", scrive Salvini. "Peccato" - aggiunge - "che la mia compagna, laureata e avvocato (piu' brava di me!), abbia scelto di lasciare una piu' comoda e remunerativa carriera nel privato per occuparsi di sociale, di malati di mente e di donne maltrattate, di disabili e di bimbi in difficolta', lavorando per la Asl da ormai 5 ANNI, non da oggi, essendo assunta come migliaia di altre persone senza che io abbia (ovviamente) fatto nulla". Per Salvini "lei e' in grado di aiutarsi da sola, e di aiutare gli altri. Se i Kompagni sono ridotti a questo, vuol dire che siamo sulla strada giusta! Scusatemi lo sfogo, ma quando infamano le persone mi incazzo. E ora riprendo a fare quello che mi piace, cioe' lavorare".
http://www.agi.it/milano/notizie/lombardia_salvini_non_ho_aiutato_mia_compagna_all_asl_da_5_anni-201407101743-pol-rmi0068

Nessun commento:

Posta un commento