L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 2 agosto 2014

governo ladro con tassazione al 53%

Un'estate al Fisco: l'ingorgo fiscale dell'estate italiana conta più di 400 adempimenti in un mese

Irpef, Irap, Ires, Iva, addizionali regionali, Inps, Tobin tax, imposta sostitutiva sui redditi di capitale, modello 770, contributi previdenziali per lavoratori dipendenti, artigiani, commercianti, collaboratori, lavoratori domestici, diritti delle Camere di commercio. Le scadenze di tutte queste tasse ricadono tra il 20 agosto e il 19 settembre.

Il periodo tra il 20 agosto e il 19 settembre sarà caratterizzato da una forte pioggia di adempimenti fiscali che interesserà più di 40 milioni di  italiani che si troveranno a pagare un'ammontare totale di 410 tasse diverse. Lo scoglio più grande è rappresentato dai modelli 770 ed è stato affrontato procrastinando la precedente scadenza dal 31 luglio al 19 settembre. I moduli 770 contengono l’elenco della forza lavoro retribuita e la loro presentazione è obbligatoria da parte dei datori di lavoro. Oltre a questo nell'ultimo scorcio di estate cadono le scadenze di Irpef, Irap, Ires, Iva, Inps Tobin Tax e moltissime altre.

Marina Calderone, presidente del Coordinamento unitario delle professioni, ha ricordato che bisogna allargare le vie d'accesso al Fisco operando una semplificazione burocratica a tutto tondo.

"Un esempio illuminante in tal senso - ha continuato la Calderone - è rappresentato dall’introduzione della cosiddetta contrapposizione di interessi: consiste nel rendere detraibile tutto quello che il contribuente spende, senza alcun limite. Questo avrebbe una serie di vantaggi: pagamento delle imposte sui redditi effettivi; interesse a richiedere la ricevuta o lo scontrino per qualsiasi pagamento; azzeramento degli adempimenti trattandosi di semplici conteggi di detrazione. Sarebbe un modo efficace anche per favorire l’emersione del nero. È un metodo scelto da molti altri Paesi, Stati Uniti in testa, ma che in Italia non riusciamo a far adottare".

Il maxi esodo delle vacanze estive sarà fiscale ancor prima che automobilistico. Saranno infatti 171 gli adempimenti che gli imprenditori individuali dovranno onorare entro fine estate, seguiti a ruota dai professionisti con 167 adempimenti. Anche imprenditori, commercianti, artigiani, partite Iva, professionisti, co.co.pro si ritrovano stretti da una mole di pagamenti in periodi stabiliti da date incerte.

Tutto ciò rende quasi impossibile una lucida razionalizzazione delle attività, così come un'efficace pianificazione finanziaria, alimentando l'imbottigliamento di quantità titaniche di adempimenti, tutti ammassati sul finire dell'estate.  

Nessun commento:

Posta un commento