Il presidente boliviano e candidato per la rielezione, Evo Morales, ha detto che gli Stati Uniti stanno cercando di screditare il governo in vista delle elezioni del 12 ottobre in Bolivia, dopo aver incluso il suo paese tra i tre che non rispettano gli impegni in materia di lotta contro la droga. In una cerimonia nella regione meridionale di Tarija, Morales ha respinto il rapporto degli Stati Uniti, spiegando che il suo paese “come non mai” ha perseguito politiche contro gli stupefacenti. “Il presidente (Usa) Barack Obama ha sbagliato, forse per ragioni elettorali, forse perché (pensano) che faranno cambiare la mentalità del nostro popolo”, ha detto il presidente. “Il popolo boliviano è anti-imperialista e anti-neoliberale” e “la gente non si lascerà confondere da questo tipo di informazioni”. Gli Stati Uniti hanno citato il Venezuela, la Bolivia e la Birmania come i paesi che non hanno rispettato i loro impegni contro il traffico e la produzione di droga negli ultimi 12 mesi. Morales ha espulso nel 2008 l’ambasciatore degli Stati Uniti a La Paz, Philip Goldberg, accusandolo di aver cospirato contro il suo governo, cosa che Washington ha sempre negato.

http://www.ilvelino.it/it/article/2014/09/17/bolivia-morales-usa-stanno-tentando-di-screditare-il-governo/51a09c5d-5cd5-4611-93d2-b9c71d5831e7/