L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 6 novembre 2014

Sempre contro la gabbia dell'Euro, non un giorno sì e un giorno no

Consulta: Borghi (ln), Sciarra espressione del partito unico dell’euro

ROMA, 6 NOV – “Con l'appoggio del Movimento 5 Stelle al PD per l'elezione di Silvana Sciarra alla Corte Costituzionale il Partito Unico Dell'Euro getta finalmente la maschera”.
Lo afferma Claudio Borghi Aquilini, responsabile economico della Lega Nord.
“Il nuovo giudice costituzionale è una persona assolutamente organica al sistema europeo di potere. Da tempo collaboratrice della commissione europea e autrice di un libro elogiativo delle politiche di aggressione forzata del lavoro attuate dall'Europa nonché dell'emigrazione. Una persona che chiedeva la possibilità per l'unione europea di applicare "più sanzioni". Penso che purtroppo sia chiaro che la lotta dei 5 stelle all'euro e all'Europa sia solo una grande presa in giro di tanti cittadini in buona fede che vedono usati i loro voti per mettere in una posizione chiave un'altra fedele custode dell'Europa che ci sta rovinando”. 

Nessun commento:

Posta un commento