L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 9 dicembre 2014

Energie pulite, dobbiamo partire dall'Italia, realtà diversa dall'Europa

Set-Plan 2014, politiche e tecnologie energetiche in Europa 

Di Maria Tomaseo
– 8 dicembre 2014

I rappresentanti ai massimi livelli delle istituzioni europee e nazionali e oltre 650 delegati da tutta Europa si riuniranno mercoledì 10 e giovedì 11 dicembre 2014 a Roma per la settima conferenza Strategic Energy Technology Plan, Set-Plan 2014.

Questa due giorni sulle strategie tecnologiche in campo energetico rientra tra le attività del semestre di Presidenza italiana del Consiglio europeo ed è organizzata dall’ENEA, su incarico della Commissione europea, in quanto centro di eccellenza a livello nazionale per la ricerca in questo settore.

Per le istituzioni e gli attori del settore la conferenza Set-Plan 2014 rappresenta un’opportunità unica di confronto sulla Roadmap integrata e sul Piano d’azione del Set-Plan, nuovi strumenti in grado di rispondere sia alle sfide della ricerca e dell’innovazione tecnologica che alle necessità del sistema energetico dell’Unione europea.

Il primo giorno della conferenza sarà prevalentemente dedicato a definire il quadro politico e strategico, mentre nella seconda giornata si parlerà delle sfide future per il sistema energetico: dalle proposte per migliorare l’efficienza energetica, ai temi riguardanti le forniture energetiche sicure, competitive e non inquinanti, fino alla definizione di un piano d’azione da condividere con i decisori politici, l’industria, il mondo della ricerca e gli investitori privati.

 Il Set-Plan 2014 è il quadro di riferimento dell’Unione europea nel campo delle politiche climatiche ed energetiche. Il suo principale obiettivo è di supportare le attività di ricerca e innovazione allo scopo di sviluppare tecnologie low carbon competitive, garantire la sicurezza delle forniture energetiche e contribuire alla transizione verso un’economia a basso tenore di carbonio, attraverso la riduzione delle emissioni di CO2.

Continua a leggere su Green Planner Magazine: Set-Plan 2014, politiche e tecnologie energetiche in Europa http://magazine.greenplanner.it/2014/12/08/set-plan-2014-politiche-e-tecnologie-energetiche-europa/

Nessun commento:

Posta un commento