L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 22 dicembre 2014

la Cina sa che l'attacco al rublo è degli Stati Uniti e non può lasciare la Russia da sola, perchè se questa fosse sconfitta, la prossima vittima sarebbe lei

pppp

La Cina è pronta ad aiutare la Russia



La Cina è pronta ad aiutare la Russia
Il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha detto che Pechino fornirà l'assistenza necessaria alla Russia se sarà necessario, pur notando che Mosca ha la capacità e la saggezza per uscire dalle difficoltà economiche.

Il rublo, intanto, rafforza il recupero sui mercati valutari mentre la borsa di Mosca prosegue il rimbalzo delle ultime sedute. Il cambio tra rublo e dollaro alle ore 8:50 si attesta poco sopra quota 56 rispetto a 58,60 di venerdì scorso. Anche il cross con l'euro migliora a 69,18 rispetto a 71,25 della scorsa settimana. La borsa di Mosca inoltre rafforza il recupero. L'indice Rts, espresso in dollari, mette a segno un progresso del 5,70% mentre il Micex sale dello 0,30%.

La Banca centrale russa giovedì della scorsa settimana ha venduto 500 milioni di dollari sul mercato valutario per sostenere il rublo. Lo ha reso noto lo stesso Istituto centrale, che dall'inizio del mese ha speso più di 10 miliardi di dollari per allentare le pressioni sulla valuta domestica. Dall'inizio dell'anno il rublo ha perso circa il 42% nei confronti del biglietto verde.

http://www.milanofinanza.it/news/la-cina-e-pronta-ad-aiutare-la-russia-201412220859352254

Nessun commento:

Posta un commento