L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 23 dicembre 2014

Ucraina aereo Malaysia, la grancassa dell'informazione occidentale, ha inalberato un silenzio urlante

TESTIMONE OCULARE (MILITARE UCRAINO): ''E' STATO UN NOSTRO CACCIA AD ABBATTERE L'AEREO MALESE'' E FA IL NOME DEL PILOTA.

martedì 23 dicembre 2014
MOSCA - L'aereo di linea MH17 della Malaysia Airlines sarebbe stato abbattuto da un Sukhoi 25 dell'aviazione militare ucraina. Lo ha riferito al quotidiano russo Komsomolskaya Pravda un militare in servizio nella base aerea di Dnepropetrovsk, in Ucraina orientale.
L'audio delle dichiarazioni rilasciate alla stampa dal testimone oculare e' stato diffuso dal canale televisivo russo Rossiya 24. "Nel pomeriggio, circa un'ora prima dell'abbattimento del Boeing, erano decollati tre bombardieri. Non ricordo l'ora precisa. Un aereo era dotato di missili aria-aria. Era un Sukhoi 25", ha detto la fonte rimasta anonima.
Quel giorno sarebbe rientrato alla base solo un aereo militare, mentre gli altri due sarebbero stati abbattuti. Stando al racconto del testimone oculare il Sukhoi 25 al rientro alla base non aveva piu' le munizioni e il pilota, identificato come Vladislav Voloshin, appariva "molto spaventato".
"Aveva forse paura di essere punito per aver abbattuto il Boeing, confuso probabilmente per un aereo militare nemico", ha dichiarato la fonte.
Il militare ucraino ha inoltre raccontato che i missili del Sukhoi 25, in precedenza disattivati, una settimana prima dell'abbattimento dell'MH17 erano stati rimessi in funzione "con urgenza".
Il militare ucraino non esclude che il pilota possa aver confuso il Boeing della Malaysia Airlines con un caccia. "La distanza era grande, non era in grado di vedere esattamente che tipo di aero fosse", ha aggiunto, spiegando che questo tipo di missili ha una gittata che arriva fino a dieci chilometri.
Il Boeing 777 della compagnia aerea Malaysia Airlines partito da Amsterdam e diretto a Kuala Lumpur, si e' schiantato il 17 luglio nei pressi di Donetsk. Nessuna delle 298 persone a bordo e' sopravvissuta al disastro.
Questa testimonianza diretta squarcia il velo di omertà calato un Europa per nascondere la veità sull'abbattimento del boeing malese. Si ricorda, che proprio sulla base dell'accusa di avere causato questa strage aerea, la Russia ha subito duri attacchi dai governi della Ue, e ha avuto inizio il processo delle sanzioni.
Redazione Milano

TESTIMONE OCULARE (MILITARE UCRAINO): ''E' STATO UN NOSTRO CACCIA AD ABBATTERE L'AEREO MALESE'' E FA IL NOME DEL PILOTA. 
 

Nessun commento:

Posta un commento