L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

martedì 23 dicembre 2014

Venezuela è un paese sovrano e ripetere a papagallo l'opinione degli Stati Uniti non aiuta il Bene Comune europeo

Venezuela, Ortega: «Le dichiarazioni della Mogherini rivelano totale ignoranza»

Mogherini
da Correo del Orinoco
Il viceministro degli Esteri per l’Europa ha affermato che la funzionaria europea «ha agito come una subordinata all’amministrazione Obama ripetendo le infamie della destra internazionale»
Il viceministro degli Esteri per l’Europa, Calixto Ortega, ha condannato le dichiarazioni del capo della diplomazia dell’Unione Europea (UE), Federica Mogherini, che si è detta «seriamente preoccupata» per la presunta violazione dei diritti umani in Venezuela.
Ortega ha respinto queste affermazioni, aggiungendo che la funzionaria «ha agito come una subordinata all’amministrazione Obama ripetendo le infamie della destra internazionale».
«Le dichiarazioni di Federica Mogherini rivelano un’ignoranza totale della realtà latinoamericana, siamo un paese sovrano rispettoso della libertà di espressione, (…) la signora dovrebbe informarsi adeguatamente sull’America Latina e sul nostro paese, ed effettuare dichiarazioni secondo il proprio punto di vista, non come una subalterna agli interessi di qualcuno», ha sottolineato il vice ministro venezuelano.
Ha poi sostenuto essere falso il fatto che nel paese vengano violati i diritti umani e indicato che Leopoldo López ha incitato alla violenza con le cosiddette ‘guarimbas’. «López ha incoraggiato la violenza delle cosiddette guarimbas quando fece appello a disconoscere la legittimità del presidente Maduro, una mossa che ha provocato oltre 40 morti, di cui il governo non ha alcuna responsabilità».
Ortega ha sottolineato che la situazione nel paese è di totale normalità e di «calma totale nel comportamento della cittadinanza».
Il vice ministro ha infine affermato che i continui attacchi nei confronti del Venezuela sono dovuti al fatto che il paese possiede immense riserve di risorse naturali, che lo rendono l’obiettivo principale della destra internazionale.
23 dic 2014 [Trad. dal castigliano per ALBAinformazione di Fabrizio Verde]

http://www.imolaoggi.it/2014/12/23/venezuela-ortega-le-dichiarazioni-della-mogherini-rivelano-totale-ignoranza/

Nessun commento:

Posta un commento