L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 2 febbraio 2015

#No3GuerraMondiale in Ucraina si fanno le prove e l'Italia tace, Gentiloni dove sei?

Sarà guerra. Usa verso "assistenza letale" a Ucraina contro Russia

L'amministrazione di Obama considera l'invio di aiuti militari a Kiev. Si rafforza asse Mosca-Pechino.



ROMA (WSI) - Stati Uniti pronti ad armare l'Ucraina contro la Russia. E' quanto riporta un articolo del New York Times, precisando che Philip M. Breedlove, comandante militare della NATO, ritiene che sia arrivato il momento di correre in soccorso di Kiev, fornendo sia armi che attrezzature. Breedlove non sarebbe il solo, in quella che diventa ogni giorno una tensione geopolitica pronta a esplodere da un momento all'altro. Nessuna dichiarazione ufficiale da parte del presidente Usa Barack Obama, ma la sua amministrazione, considerata l'escalation di violenza, starebbe ora prendendo in considerazione l'ipotesi di armare gli ucraini.

Sia Susan Rice, consigliere per la sicurezza nazionale di Obama, ch e il segretario di Stato John Kerry, a Kiev giovedi,sono pronti a riconsiderare la situazione, e John Kerry sarebbe addirittura d'accordo a discussioni sulla fornitura di "assistenza letale".

Si rafforza sempre di più intanto l'asse Russia-Cina, con una Guerra Fredda che coinvolge anche le agenzie di rating. Dagong ha assegnato al colosso del metano russo Gazprom il più alto rating, mantenendo al contempo invariato il rating sul debito sovrano della Russia, sia in valuta locale che straniera, ad "A" con Outlook stabile, dopo che S&P aveva assegnato al debito russo una valutazione "junk", ovvero spazzatura.

Secondo Dagong: "nonostante il fatto che l'economia russa sia stata influenzata dall'ambiente esterno deteriorante, il livello delle riserve in valuta della Russia fornisce il buffer necessario per l'economia russa, pur mantenendo un relativamente piccolo divario tra le risorse per soddisfare i suoi impegni di debito e la capacità di produrre beni materiali".

http://www.wallstreetitalia.com/article/1800046/sara-guerra-usa-verso-assistenza-letale-a-ucraina-contro-russia.aspx

Nessun commento:

Posta un commento