L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

venerdì 27 febbraio 2015

Ucraina, era il granaio dell'Urss, adesso cercano pane come nel 2010 in Tunisia e in Egitto

Ucraina in iperinflazione: "Presto andremo in giro con le valigie per i contanti"

Ucraina in iperinflazione: Presto andremo in giro con le valigie per i contanti
 

Il salario minimo nel paese è inferiore a quello dei paesi africani più poveri

 
 
"Ad un anno dal colpo di stato in Ucraina, considerato il crescente malcontento popolare, un altro colpo di stato non si può escludere", ha dichiarato a Tass l'ex primo ministro ucraino Sergey Arbusov.

Mentre l'accordo di cessate il fuoco è ancora in bilico, la nazione è in rovina: una nuova controversia sul gas si profila all'orizzonte con Gazprom che chiede pagamenti anticipati; i controlli sui capitali sono stati inaspriti e il prestito da 17.5 miliardi di dollari del FMI non può essere sufficiente; il governatore della banca centrale affronta le accuse di abuso di ptere e intanto l'economia affonda. Questo il punto della situazione fatto da ZeroHedge.

Tutti questi fattori hanno determinato una massiccia fuga di capitali dall'Ucraina e la grivna è crollata a oltre quota 33 nei confronti del dollaro - un livello record (e il 70% di svalutazione dal colpo di stato) ". 



Così mentre il governo dell'Ucraina guarda il suo paese sprofondare, con la benedizione del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ovviamente, ha deciso di prendere dei provvedimenti. Secondo la Reuters, con la grivna in caduta libera (vedi sopra) la banca centrale ha cercato di porre rimedio vietando alle banche di acquistare valuta estera per conto dei loro clienti per il resto di questa settimana. 
 
Anche il governo Ucraina è sconvolto da ciò che sta accadendo: "Ho appreso questa mattina su Internet che la Banca Nazionale Ucraina ha, come sempre da sola, senza alcun tipo di consultazione, preso la decisione di chiudere il mercato valutario interbancario, che non aiuterà a stabilizzare la moneta nazionale, stabilità per la quale la banca nazionale è responsabile. Questa situazione ha un'influenza molto negativa sull'economia del Paese", ha detto il primo ministro ucraino Arseniy Yatsenyuk.
 
Il presidente della Banca nazionale ucraina Valeriya Hontareva ha contraddetto la dichiarazione del Primo Ministro.

"Coordiniamo tutti i provvedimenti amministrativi con il Fondo monetario internazionale e solo allora li attuiamo", ha detto ai giornalisti.
 
Ma c'è di peggio. Come riporta Sputnik, martedì il canale televisivo ucraino Ukraina ha annunciato che con il nuovo tasso di cambio, il salario minimo in Ucraina sarà di circa 42,90 dollari al mese, che a seconda del canale, è inferiore al Ghana o allo Zambia. Al momento non ci sono piani per aumentare il salario minimo fino a dicembre.
 
Ecco l'iperinflazione: "I prezzi alimentari tra i produttori sono aumentati del 57,1 per cento, con il prezzo dei cereali e delle verdure in aumento del 91 per cento da gennaio 2014 a gennaio 2015, mentre il tasso di inflazione ufficiale nel periodo è pari al 28,5 per cento. Nel frattempo, i consumatori ucraini hanno risposto alle difficoltà economiche tagliando la spesa del 22,6 per cento, che equivale a una diminuzione di quasi il 40 per cento dei consumi reali. "
 
E la battuta finale: "Un operaio edile ha cambiato dei dollari in cambio di un sacchetto pieno di migliaia di grivna, ha riso e commentao: "Presto dovremo camminare con le valigie per i contanti, come nel 1990 ".
 

Nessun commento:

Posta un commento