L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 19 marzo 2015

Fronte Unico per uscire dall'Euro, la Grecia non si fa ricattare da gentucola con la pancia piena

GRECIA: CORRALITO!

image

Mentre in Germania qualcuno sembra destarsi da un lungo letargo….
MILANO (MF-DJ)–Gesine Schwan, membro dell’Spd, il partito di minoranza della coalizione di Angela Merkel, da’ ragione alla Grecia e appoggia l’idea che la Germania ripaghi i danni della Seconda guerra mondiale ad Atene. “Si tratta di riconoscere il fatto che abbiamo commesso una seria ingiustizia in Grecia” (…) Anche il leader dei verdi all’opposizione, Anton Hofreiter, ha dato il suo appoggio al rimborso dei danni di guerra ad Atene, spiegando al Der Spiegel che “la Germania non puo’ solo spazzare via dal tavolo le richieste della Grecia. A livello morale e legale questo capitolo e’ lontano dall’essere chiuso”.
… In Olanda come riportato ieri su twitter qualcuno mette le mani avanti preparando l’Europa ad una inevitabile GREXIT…Dijsselbloem Says Capital Controls May Help Avert Grexit – Bloomberg
È di nuovo alta tensione fra Atene e Bruxelles. Il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, evoca per la Grecia una soluzione cipriota, l’ipotesi di controlli ai movimenti di capitali. In un’intervista a Bnr Nieuwsradio, alla domanda sul «che fare» se il negoziato precipita, il ministro delle Finanze olandese ha ventilato le «misure radicali» prese per Nicosia, dove furono «chiuse le banche e limitati i trasferimenti». Miccia innescata, la Grecia ha subito risposto duramente: Dijsselbloem rispetti il suo ruolo istituzionale, ha commentato il portavoce del governo Tsipras: la Grecia non si lascerà «ricattare». (Sole24ore)
Corralito è il termine con il quale fu denominata, durante la crisi economica argentina la restrizione della libera disposizione di denaro in contanti da conti correnti e casse di risparmio, imposta dal governo di Fernando de la Rua nel dicembre 2001.
Il bailout è nostro e ce lo gestiamo come vogliamo noi, dicono loro. Troppi segnali tutti in un’unica direzione!
Si preannunciano giorni esplosivi!

Nessun commento:

Posta un commento