L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

sabato 4 aprile 2015

i nostri politici devono imparare dalla Francia a difendere i nostri prodotti

Francia blocca import 'vegetali sensibili' da Puglia per Xylella

LAPRESSE
VENERDÌ 3 APRILE 2015
Parigi (Francia), 3 apr. (LaPresse) - Il ministro dell'Agricoltura francese, Stephane Le Foll, ha deciso di vietare l'importazione dalla Puglia di "vegetali sensibili" al batterio Xyllela fastidiosa. Lo riferisce una nota del ministero, precisando che "attualmente non sono stati identificati focolai in Francia". Le Foll, il cui provvedimento è stato firmato oggi e verrà pubblicato domani, ha chiesto misure europee di contrasto al batterio. "In attesa dell'istituzione di un sistema europeo attualmente in via di definizione, il ministro ha deciso di adottare misure nazionali", spiega il comunicato. Il ministero sottolinea che la Xylella è trasmesso dagli insetti a diverse piante, elencando tra queste vite, agrumi, prugne, caffè, avocado, erba medica, oleandro, quercia e acero. "Non esiste un modo per combattere direttamente il batterio - spiega il comunicato - una volta contaminate, solo lo sradicamento totale delle piante contribuisce a estirpare la malattia". Parigi riconosce un "significativo rischio" dal batterio, sia per i "rischi per la salute" sia per "le gravissime conseguenze economiche" che potrebbe subire la Francia, "data la vicinanza di alcune regioni come la Corsica, ai ceppi italiani".

http://nr.news-republic.com/Web/ArticleWeb.aspx?regionid=6&articleid=39739061&source=digest&tagid=-52&tagname=Mood

Nessun commento:

Posta un commento