L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

giovedì 2 aprile 2015

Treni, i servizi pubblici non possono essere affidati a privati


1 aprile 2015
Sciopero treni Italo 10 aprile 2015, orari e info: disagi su tutto il territorio nazionale
Tutte le informazioni sullo sciopero che interesserà il settore ferroviario nazionale
Sciopero treni 10 aprile: le info
Sciopero treni 10 aprile: le info
adv
Periodo nero per il settore dei trasporti italiano: dopo lo sciopero dello scorso 30 marzo, seguito a quello del 14 dello stesso mese, anche questo aprile parte all'insegna delle agitazioni dei lavoratori. E stavolta sarà una prima volta: è infatti in programma per il 10 aprile 2015 lo sciopero dei dipendenti di Italo, il primo nella storia della società di proprietà di Montezemolo.
Sciopero Italo del 10 aprile: le motivazioni 
La rottura è arrivata negli scorsi giorni, caratterizzata dalla notizia di Nuovo Trasporto Viaggiatori di mettere in mobilità ben 248 persone su un organico totale di 935 persone: come comunicato dal coordinatore nazionale della Fit-Cisl Salvatore Pellecchia, che ha parlato a nome anche dei sindacati Fit-Cisl, Uilt-Uil, Ugl-Taf e Fast-Consal, questa decisione arriva come extrema ratio, dopo lunghe discussioni in cui il Cda dell'azienda ha mantenuto posizioni rigide e inflessibili rispetto alle richieste dei lavoratori. "Non firmiamo accordi che vanno contro la legge" hanno specificato i rappresentati dei sindacati.
Sciopero di Italo, 10 aprile: gli orari previsti
Quello dei dipendenti di Italo, è uno sciopero che avrà un impatto decisamente rilevante: si tratta infatti di uno sciopero su scala nazionale che durerà 24 ore. Dalle 00.01 fino a alle 23,59 del 10 aprile, il servizio ferroviario dell'azienda verrà interrotto.
Sciopero treni 10 aprile, stop già previsto in Piemonte e in Liguria
Ricordiamo che il fermo arriva in concomitanza con un altro stop nel settore: i cittadini del Piemonte, lo stesso 10 aprile, dovranno far fronte ad un'altra protesta dei lavoratori del trasporto ferroviario, visto che per quel giorno ci sarà un'agitazione di 8 ore a livello regionale, con disagi dalle 9,01 alle 17. Sempre in quella data, è ancora da confermare un altro fermo relativo alla regione Liguria: sono in corso trattative serrate per evitar un fermo di 24 ore di tutto il settore dei trasporti ligure.

http://it.blastingnews.com/lavoro/2015/04/sciopero-treni-italo-10-aprile-2015-orari-e-info-disagi-su-tutto-il-territorio-nazionale-00330673.html

Nessun commento:

Posta un commento