L'albero della storia è sempre verde

L'albero della storia è sempre verde

"Teniamo ben ferma la comprensione del fatto che, di regola, le classi dominanti vincono sempre perché sempre in possesso della comprensione della totalità concettuale della riproduzione sociale, e le classi dominate perdono sempre per la loro stupidità strategica, dovuta all’impossibilità materiale di accedere a questa comprensione intellettuale. Nella storia universale comparata non vi sono assolutamente eccezioni. La prima e l’unica eccezione è il 1917 russo. Per questo, sul piano storico-mondiale, Lenin è molto più grande di Marx. Marx è soltanto il coronamento del grande pensiero idealistico ed umanistico tedesco, ed il fondatore del metodo della comprensione della storia attraverso i modi di produzione. Ma Lenin è molto di più. Lenin è il primo esempio storico in assoluto in cui le classi dominate, sia pure purtroppo soltanto per pochi decenni, hanno potuto vincere contro le classi dominanti. Bisogna dunque studiare con attenzione sia le ragioni della vittoria che le ragioni della sconfitta. Ma esse stanno in un solo complesso di problemi, la natura del partito comunista ed il suo rovesciamento posteriore classistico, individualistico e soprattutto anti- comunitario" Costanzo Preve da "Il modo di produzione comunitario. Il problema del comunismo rimesso sui piedi"

lunedì 11 maggio 2015

Napolitano, traditore della Patria

Brunetta: Napolitano, “Peggior Presidente della storia, ha agito fuori dalla Costituzione”

 
Napolitano



“Forza Italia ha il ruolo di rimettere insieme i cocci del centrodestra dopo il 2011, dopo il colpo di Stato, dopo il complotto, dopo l’imbroglio dello spread”.
Lo ha detto Renato Brunetta, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei deputati, intervenendo ad una manifestazione a Montecatini Terme, in provincia di Pistoia, per sostenere il candidato alla presidenza della Regione Toscana, Stefano Mugnai.
“Nel 2011 ci fu una grande speculazione finanziaria, ma l’economia stava meglio. La sinistra ha cavalcato questa tempesta, la sinistra del ‘tanto peggio tanto meglio’, e con il ruolo decisivo di Giorgio Napolitano, il peggior presidente della Repubblica della nostra storia, venne fatto fuori un governo legittimamente eletto. E dopo Berlusconi, non contento, Napolitano ha fatto fuori anche Letta, permettendo a Renzi di mettere in atto una congiura di Palazzo. Napolitano ha agito fuori dalla Costituzione”, ha concluso Brunetta.

http://www.freenewsonline.it/?p=15316

Nessun commento:

Posta un commento